Crea sito

Rivoli, Cirio incontra i sindaci: “Chiusura del casello di Bruere possibile nel bando delle concessioni” Tragaioli: "Porterebbe un grande vantaggio di viabilità in corso Susa"

bruere casello

RIVOLI – Chiusura del casello di Bruere a Rivoli. Se ne parla da tempo e sembra adesso arrivato veramente il momento opportuno. La cancellazione dei caselli della Tangenziale di Torino, con un nuovo sistema di pedaggiamento è il punto numero uno delle richieste che andrà messo nel bando del rinnovo delle concessioni autostradali tra Regiine e concessionarie. E’ la frase conclusiva, ma la più significativa, dell’incontro avvenuto tra il presidente della Regione, Alberto Cirio e i sindaci del territorio.

CIRIO SUL CASELLO DI BRUERE

Il tema della sopressione del casello di Bruere è adesso all’ordine del giorno come priorità, nel capitolato del bando delle concessioni autostradali che il governo deve rinnovare. E Cirio è stato chiarissimo: “Il problema non si sposta: non mettiamo il casello da un’altra parte“. Tra le proposte c’è un pagamento della tangenziale come in Svizzera. Niente più caselli ma un ticket di 20/30 euro che valga tutto l’anno. Ipotesi, che verranno messe all’attenzione del governo.

Andrea Tragaioli

CHIUSURA CASELLO BRUERE

Presente all’incontro il sindaco di Rivoli Andrea Tragaioli che ha portato alcune riflessioni sulla gestione in città. “Ben venga la soppressione del casello di Bruere. Certamente una sorta di pagamento forfettario per la Tangenziale avrebbe una buona praticabilità. Avere la Tangenziale senza il blocco a Bruere porterebbe un grande vantaggio di viabilità in corso Susa. In quel tratto di strada ci sono molti che passano per scavalcare il pedaggio“.