Rivoli: abbandona un gattino per strada con tutto il kit per accudirlo Questa mattina in Via Adamello

alberghina sopra

RIVOLI – È successo oggi a Rivoli, un gattino è stato abbandonato per strada. Il ritrovamento da parte una passante in Via Adamello. Il gatto si trovava in una gabbietta, nuova, con tutto quanto occorre per accudirlo. Un pacco di salviette assorbenti, e in un sacchetto del Carrefour, cibo e alimenti. Lasciato per strada in attesa di una sistemazione, che è arrivata in mattinata. Un episodio davvero particolare che denota la cura dell’abbandono, segno ancora più grave di una sicura premeditazione dell’atto.

IN CASO DI ABBANDONO

Il gattile è una struttura che ospita i gatti randagi, svolgendo analoga funzione a quella che il canile è per i cani. La definizione di gattile è attribuita a tutte le strutture che ospitano gatti, ma in realtà questi rifugi si possono distinguere in tre categorie. C’è il gattile stricto sensu è una struttura chiusa solitamente da una rete molto alta o da un sistema di gabbie da cui i gatti non possono uscire. È costituito da uno o più edifici che si suddividono in reparti a seconda delle condizioni di salute degli animali. Un reparto d’isolamento per i felini contagiosi, un ambulatorio veterinario dove poter provvedere alle cure, almeno una zona dove preparare i pasti, oltre a locali per i volontari, magazzini e locali tecnici. Alcuni gattili vengono costruiti a ridosso dei canili e gestiti dai medesimi volontari.

IL GATTILE

L’oasi felina è invece una struttura pensata per garantire agli animali una maggiore libertà rispetto al gattile. Può essere di due tipi: oasi aperta (ossia la recinzione presenta dei piccoli varchi che consentono ai gatti di fuoriuscire e rientrare liberamente) e oasi chiusa (la recinzione è fatta in modo da limitare l’uscita ai gatti che non possono circolare liberamente nel territorio circostante). Generalmente è costituita da un’area ampia con prato, alberi e rifugi annessi. La colonia felina invece è un gruppo di gatti formato spontaneamente che condivide i pasti offerti da una o più persone: le gattare. Tecnicamente si definisce patrimonio indisponibile della cittadinanza sotto la tutela del Primo Cittadino, ovvero il Sindaco. Le colonie solitamente sono munite solo di piccole casette in legno, plastica o lamiera dove i gatti possono ripararsi dalla pioggia. È vietato disturbare, maltrattare, uccidere, allontanare o prelevare i soggetti dalla colonia medesima.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

gesim