Rivalta di Torino: il progetto per il monumento al 25 Aprile a Pasta Concorso di idee per il nuovo monumento commemorativo

RIVALTA DI TORINO – Congratulazioni alla NAG Atelier di Firenze, che con il suo progetto intitolato “Giardino 45” a Rivalta di Torino. Si è aggiudicata il primo premio del concorso di idee per il nuovo monumento commemorativo di Pasta. Sono stati 26 i progetti presentati da altrettanti professionisti e studi professionali di tutta Italia. Hanno risposto al bando lanciato a gennaio dalla Città di Rivalta di Torino per ideare e realizzare nel quartiere di Pasta un’opera che ricordi la Resistenza e il 25 Aprile. Professionisti ai quali va il ringraziamento dell’amministrazione e di tutti i rivaltesi per la partecipazione e l’attenzione riservata alla nostra città. Tutt’altro che facile è stato perciò il compito della commissione esaminatrice. Alla fine ha scelto di premiare “Giardino 45” perché – come si legge nella motivazione– il monumento si configura come uno scenario da abitare, capace di rendere le attività collettive che avranno luogo un raggiungimento figlio della Liberazione».

IN CITTA’

Si è invece classificato al secondo posto il progetto “Tutti i fiori del mondo sono fratelli” e al terzo posto “Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà”. Al progetto vincitore spetta ora un premio di 3.000 euro ma soprattutto la soddisfazione di veder realizzata la propria idea. Prenderà forma nei prossimi mesi proprio a Pasta nell’area di via Foglienghi. «Il 25 aprile, come ha sempre voluto ricordare Nicola de Ruggiero, è il Natale laico dell’Italia, la festa di tutti gli italiani, il giorno simbolo della riconquista della libertà: tutti gli anni rendiamo omaggio ai nostri caduti a Tetti Francesi, alla Chiesetta della Madonna della Mercede a Gerbole, al Parco della Rimembranza e al monumento di piazza Martiri» da detto il vicesindaco Sergio Muro. «Dal prossimo anno al nostro pellegrinaggio laico si aggiungerà una nuova tappa perché anche a Pasta ci sarà un monumento. Uno spazio pubblico, in cui celebrare le manifestazioni civili. Era l’unico quartiere a non averne ancora uno, sarà bello, evocativo, moderno».

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!