Riprendono le visite guidate alle Ville Romane di Almese e Caselette Le visite ai due siti inizieranno domani, domenica 9 aprile

ALMESE / CASELETTE –  Riprendono le visite guidate alle Ville Romane di Almese e Caselette. Per il quinto anno l’Associazione Ar.c.A organizza e gestisce le visite guidate alle ville romane di Grange di Rivera. A queste però si aggiungono quelle alla villa romana di Caselette. Un’iniziativa, quest’ultima, nata di concerto fra la stessa associazione, l’amministrazione comunale caselettese, la Soprintendenza ai beni archeologici del Piemonte e la Fondazione Magnetto. Una scelta culturale non casuale, visto il probabile legame storico fra i due insediamenti. La villa romana di Caselette, risalente anch’essa al I secolo, è stata aperta al pubblico solo occasionalmente

GLI ORARI

Le visite alle ville romane iniziano nei due siti archeologici sono in programma il 9 aprile. Dalle 14.30 alle 17.30 ad Almese e dalle 15 alle 18 a Caselette. La villa rustica ai piedi del Musinè sarà visitabile per sette domeniche, l’ultima il 15 ottobre, durante le quali sarà aperta anche la villa di Almese. Il sito di Grange di Rivera sarà visitabile per 15 volte nel corso dell’anno, l’ultima il 29 ottobre. Il 24 settembre è prevista la VIII Giornata dell’archeologia valsusina, che avrà come tema la figura della donna nella romanità, e ad Almese sono in programma alcuni eventi il 1 maggio, il 26 giugno e il 29 ottobre. Dal 2008 la villa romana di Almese è sede degli stage estivi di educazione ambientale riservati ai ragazzi dal 15 ai 18 anni.

LA VILLA ROMANA IN VALSUSA, DUE ESEMPI

Villa Roma in Valsusa. Alle pendici del monte Musinè verso la pianura torinese e la Valsusa, sono conservati due dei più importanti complessi residenziali extraurbani di epoca romana del Piemonte. Gli scavi archeologici, condotti a partire dal 1972 prima dall’università di Torino, poi dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte, hanno messo in luce due edifici. Diversi, legati al medesimo fenomeno di occupazione dei limiti occidentali del territorio di Augusta Taurinorum. Nei pressi della strada che conduceva ai principali valichi verso la Gallia e del confine tra Italia e provincia delle Alpi Cozie, con la sua capitale Susa.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!