Presentato ufficialmente il volume “La fauna popolare di Bardonecchia” Venerdì 6 agosto ore 17,30 Palazzo delle Feste

BARDONECCHIA – Viene presentato ufficialmente al pubblico venerdì 6 agosto alle ore 17.30 al Palazzo delle Feste in piazza Valle Stretta, “La fauna popolare di Bardonecchia”. Fatica editoriale di Marziano Di Maio, che ne ha curato i testi, di Paolo Marre e del giovane figlio Sebastiano, che l’hanno riccamente illustrata con numerose fotografie a colori scattate nelle quattro stagioni. Quindicesima pubblicazione della collana culturale “I Quaderni di Bardonecchia”. Edita dalla Tipografia Alzani di Pinerolo, fortemente promossa dall’Amministrazione Comunale di Bardonecchia. In particolare da Chiara Rossetti, Vice Sindaco e Assessore alla Cultura.

SCRITTO DA MARZIANO DI MAIO E ILLUSTRATO CON FOTOGRAFIE DA PAOLO E SEBASTIANO MARRE

Articolato viaggio nella multicolore fauna montana, elenca le caratteristiche di circa trecentocinquanta specie selvatiche, degli animali domestici, da sempre grandi amici dell’uomo, citati nell’originale nomenclatura in latino e in lingua occitana. Con la toponomastica locale, la bibliografia essenziale e l’elenco delle specie, alcune delle quali hanno dato il nome a circa centoventi luoghi sparpagliati un po’ ovunque nella Conca. Il libro è frutto del puntuale lavoro pluriennale di ricerca sul campo dello scrittore che per la stessa collana. Insieme ad autorevoli studiosi, ha riassunto in sei libri, che hanno spaziato dall’analisi dei toponimi del capoluogo e delle sue frazioni. Poi al percorso di cinque secoli di storia parrocchiale. Quindi dall’illustrazione della variegata flora popolare montana, alla scoperta e all’apprezzamento dei tanti granai, mulini e frantoi presenti nella Conca.

cervo

LO STUDIO

Variegato e complesso studio antropologico e linguistico, con la dichiarata ambizione di continuare a fornire utili spunti che contribuiscano a conservare la memoria di un mondo che fu, con un monito. Prima che sia troppo tardi. In base alle recenti disposizioni normative anti Covid per prendere parte all’evento occorre esibire all’ingresso il green pass. Anche il risultato del test molecolare anche rapido, effettuato entro le 48 ore antecedenti l’evento, e un documento di riconoscimento personale. La presentazione è ad ingresso gratuito nel pieno rispetto delle norme volte a contenere la diffusione della pandemia Covid con prenotazione dei posti obbligatoria all’Ufficio del Turismo.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Lettera, segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.