Meteo Piemonte: parzialmente nuvoloso, con addensamenti a tratti più consistenti sulle zone di alta valle L’aggiornamento da Arpa Piemonte

TORINO – Meteo Piemonte: una temporanea rimonta del campo di pressione in quota sull’Europa sudoccidentale favorisce il ripristino di condizioni stabili sulla nostra regione. Oggi un sistema frontale associato alla depressione di origine subpolare presente sul Nordatlantico si addosserà all’arco alpino occidentale, determinando una decisa intensificazione dei venti in quota associati a nevicate sparse al mattino sulle creste. In serata il fronte freddo transiterà sulla nostra regione apportando precipitazioni sparse, generalmente deboli, fino alla nottata successiva. Dalla mattinata di venerdì si assisterà ad un generale miglioramento con venti di Foehn che dalle vallate alpine si estenderanno alle pianure adiacenti in giornata. Tempo stabile e per lo più soleggiato atteso per sabato.

Nuvolosità: parzialmente o irregolarmente nuvoloso, con addensamenti a tratti più consistenti sulle zone di alta valle occidentali e settentrionali, estesi in serata anche ai restanti settori. Locali foschie e banchi di nebbia sulle pianure orientali al mattino. Precipitazioni: al mattino deboli nevicate isolate sulle creste tra Alpi Cozie e Lepontine; dalla serata deboli precipitazioni sparse, localmente moderate sulle creste alpine. Quota neve sui 1500-1700 m su Alpi occidentali e settentrionali, 2000-2200 m altrove. Zero termico: in calo sui 2000-2200 m a nord e 2300-2500 m a sud. Venti: forti occidentali sulle Alpi, moderati sudoccidentali sull’Appennino; deboli variabili altrove. Locali condizioni di Foehn nelle vallate occidentali e sudoccidentali. L’aggiornamento da Arpa Piemonte.

PREVISIONI METEO IN PIEMONTE

La meteorologia, letteralmente “studio dei fenomeni celesti”, è il ramo delle scienze dell’atmosfera e della Terra che studia i fenomeni fisici che avvengono nell’atmosfera terrestre (troposfera) e responsabili del tempo atmosferico. Le previsioni meteorologiche si ottengono solitamente dalla seguente procedura:

  • osservazione e misurazione delle variabili atmosferiche (a esempio velocità e direzione del vento, temperatura dell’aria, umidità e pressione atmosferica);
  • trascrizione, studio ed elaborazione dei dati rilevati su carte sinottiche o assimilando i dati attraverso modelli matematici che girano su calcolatori numerici. Dove in quest’ultimo caso viene prodotta la situazione meteorologica di un determinato momento, chiamata analisi;
  • prognosi futura a partire dalle carte sinottiche. Oppure facendo evolvere la condizione iniziale tramite uso dei modelli matematici meteorologici (previsione).

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.