L’Iron Bike per la tredicesina volta si conclude a Sauze d’Oulx La tappa in cui si incoronano gli Iron Men e le Iron Women

Iron bike(foto Città Metropolitana)

SAUZE D’OULX – La gara di MTB Iron Bike, la più dura al mondo, taglia il traguardo della sua 26° edizione e per la tredicesima volta Sauze d’Oulx. Il paese ospiterà la tappa finale della massacrante corsa. La tappa in cui si incoronano gli Iron Men e le Iron Women. Lo scorso anno, l’edizione delle nozze d’oro, a mettere nuovamente tutti in fila è stato Ramos Milton dall’Honduras. Al sesto successo su sei partecipazioni e alla quinta affermazione consecutiva. L’Iron Women è stata invece Elena Novikova, l’ambasciatrice del ciclismo per il Consorzio Turistico Via Lattea.

Iron bike

L’IRON BIKE

L’Iron Bike per la tredicesina volta si conclude a Sauze d’Oulx. L’edizione 2019 dell’Iron Bike è partita sabato 20 luglio con il prologo di Entracque che ha visto prevalere lo spagnolo Agustin Navarro Vidal. La gara è proseguita domenica 21 luglio con la prima tappa Entracque-Acceglio. Seconda tappa lunedì 22 luglio la Acceglio-Revello. Terza tappa “Revello-Prali” martedì 23 luglio, poi la “Prali-Pramollo” di mercoledì 24 luglio. Venerdì 25 luglio la quinta tappa da Pramollo a Villaretto di Roure con passaggio al colle Albergian e Laux, la Villaretto-Sestriere con la suggestiva discesa lungo i gradini del forte di Fenestrelle e l’ascesa sullo Chaberton. Gran finale sabato 27 luglio con la settima e ultima tappa “Sestriere-Sauze d’Oulx” con l’arrivo e le premiazioni in piazza III Reggimento Alpini.

 

Il sindaco Mauro Meneguzzi dà il benvenuto agli atleti d’acciaio: “Per il tredicesimo anno consecutivo il Comune di Sauze d’Oulx ha l’onore di ospitare la tappa finale di questa corsa che è la più dura al mondo, con passaggi incredibili e che vede all’opera degli atleti davvero speciali. Per Sauze d’Oulx è un appuntamento imprescindibile perché qui l’Iron Bike è di casa. A questi atleti e all’intero staff organizzativo diamo il più caloroso benvenuto e bentornato a Sauze d’Oulx”.