L’autostrada A32 Torino-Bardonecchia e il Frejus ai privati del Gruppo Gavio Astm ha rilevato il 20% di Sitaf messo in vendita dal sindaco Appendino

Bardonecchia Traforo del FrejusBardonecchia Traforo del Frejus

SUSA – L’autostrada A32 Torino-Bardonecchia passa sotto il controllo del gruppo Gavio. Astm si è infatti aggiudicata in via provvisoria la gara per l’acquisizione della quota del 19,347% del capitale sociale di Sitaf. Arriva così  a detenere, direttamente e indirettamente, una quota pari al 67,22% del capitale sociale. Il Consiglio di Stato nel novembre 2019 aveva annullato la vendita delle azioni Sitaf spa. Era stato portata avanti dal Comune di Torino e dalla Città Metropolitana di Torino. Con un atto nel 2014 a favore di Anas per un corrispettivo di circa 70 milioni. Il Comune di Torino e la Città Metropolitana hanno dovuto quindi bandire una gara per vendere l’intero pacchetto azionario. Il valore a base d’asta delle azioni era stato fissato a 150 milioni di euro.

LA SITAF

Anas spa ha offerto 184,9 milioni mentre la società Astm spa ha presentato un’offerta di 272 milioni di euro, aggiudicandosi dunque la gara. Sitaf è titolare della concessione, con scadenza nel 2050, per la progettazione, costruzione e gestione del traforo del Frejus, lungo circa 13 chilometri, e del collegamento autostradale al traforo, l’autostrada A32 Torino-Bardonecchia della lunghezza di 73 chilometri. Sitaf ha chiuso l’esercizio 2019 con ricavi consolidati di 221 milioni di euro e un ebitda consolidato di 125 milioni.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!