L’appello di parrucchieri, barbieri e centri estetici associati alla CNA Una campagna di sensibilizzazione

TORINO – L’appello di parrucchieri, barbieri e centri estetici associati alla CNA. L’appello riporta testualmente: “Ora che siamo chiusi non rivolgetevi agli abusivi. È un rischio enorme per la salute di tutti. Controlli a tappeto contro gli abusivi e per chi non si attiene alle norme di legge. In questo momento, più che mai, è dannoso rivolgersi a chi opera nel sommerso senza seguire norme igienico-sanitarie. Restiamo tutti a casa ed andrà tutto bene“.

LA CAMPAGNA

La CNA, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Unione Benessere e Sanità, sta portando avanti una campagna di sensibilizzazione contro l’abusivismo. La campagna nasce a seguito di comportamenti non corretti da parte di operatori che praticano i servizi di estetica e acconciature a domicilio. La campagna ha l’obiettivo di sensibilizzare i clienti ad un comportamento che garantisca la sicurezza e la salute di tutti. Anche in Valsusa alcuni parrucchieri affidano a Facebook le loro lamentele, richiedendo un intervento.

IL DECRETO

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo scorso recava le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. In particolare al punto 3 prevedeva: “Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti)“. In attesa nuove disposizioni ora l’ipotesi che la chiusura si protragga oltre il 3 aprile è ormai quasi una certezza. Purtroppo la situazione di emergenza Coronavirus lo richiede.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!