La scrittrice rivolese Bruna Bertolo ha vinto il premio letterario Marcel Proust Premiata per il suo libro Maestre d’Italia

RIVOLI – La scrittrice rivolese Bruna Bertolo è stata premiata sabato 12 maggio al Polo del 900 per il suo libro “Maestre d’Italia”, Neos edizioni, nella sezione riservata a giornalismo e critica, nel concorso letterario internazionale dedicato a “Marcel Proust”  organizzato dal “Centro Pannunzio” che quest’anno celebrerà i suoi cinquant’anni di vita.

Un primo premio con la seguente motivazione:  “L’opera oggi premiata, “Maestre d’Italia”, non è soltanto una interessante e documenta narrazione di figure femminili, le maestre, che hanno lasciato traccia di sé, grazie alla loro professione, nell’Italia post-unitaria. E’ anche e soprattutto una riflessione sui cambiamenti sociali e sul senso di appartenenza ad un Paese, di fatto, appena nato. L’opera ha sì carattere storico, ma offre anche un’interpretazione attenta e sensibile di problemi ancora attuali, per esempio attraverso la tragica storia di Italia Donati, la maestra col grembiule rosso, narrata nel secondo capitolo.

Una galleria di donne che hanno tracciato la Storia attraverso il quotidiano lavoro nelle aule scolastiche, ma anche con il loro impegno civile: maestre socialiste, cattoliche, maestre perseguitate dal fascismo, militanti nella Resistenza, ognuna racconta la propria storia. Come scrive l’autrice stessa: “Maestre non soltanto di calligrafia e dei primi rudimenti di calcolo, ma anche di lotta sul cammino dell’acquisizione delle pari opportunità di genere”. Un momento decisamente positivo per la scrittrice rivolese che, con quest’opera,  sta raccogliendo consensi in tutta Italia.