La direzione della residenza per anziani Casa Amica di Chiomonte comunica la situazione all’interno della RSA La situazione è costantemente monitorata e sotto controllo

Casa Amica Chiomonte

CHIOMONTE – La direzione della residenza per anziani Casa Amica di Chiomonte comunica la situazione all’interno della RSA. “Gentile Direttore, approfittiamo della disponibilità del suo giornale per comunicare la situazione della RSA Casa Amica di Chiomonte. Il 9 novembre abbiamo avuto conoscenza che nell’ambito dei controlli periodici sugli operatori, intensificati grazie alla collaborazione della Cooperativa KCS Live che opera nella struttura, un operatore, che in quel momento era a casa per ferie, è risultato positivo al Covid-19. Abbiamo immediatamente comunicato la circostanza ai familiari e abbiamo ulteriormente intensificato i controlli sugli ospiti. Dal monitoraggio quotidiano delle condizioni dei nostri anziani, sabato 14 novembre, le condizioni di due ospiti hanno fatto scattare un campanello di allarme. Così abbiamo eseguito il test antigenico, già in programma per il lunedì seguente, su tutti gli ospiti nella stessa giornata di sabato 14″.

LE COMUNICAZIONI

“Sin dalle prime positività emerse il 14 novembre abbiamo comunicato singolarmente ad ogni familiare degli ospiti risultati positivi le condizioni dei propri cari. Abbiamo immediatamente attuato gli isolamenti necessari. Già a partire da quella data abbiamo informato tutti gli enti, sia locali che sanitari. Dal 14 novembre la situazione è stata presidiata con monitoraggi serrati. Sono stati ripetuti i test antigenici sia sugli ospiti che sugli operatori più volte. In quanto la disponibilità di test antigenici è assicurata da una scorta effettuata dalla Fondazione. Tali interventi hanno consentito di attuare nel modo più tempestivo possibile gli isolamenti e di individuare operatori positivi ancorché asintomatici. Ovviamente, questo virus, in una Comunità di soggetti fragili trova terreno fertile per dilagare e così i numeri sono aumentati“.

GLI AGGIORNAMENTI

La direzione della residenza per anziani Casa Amica di Chiomonte prosegue. “La preoccupazione dei familiari è più che comprensibile e per questo abbiamo cercato di fornire continui aggiornamenti. Sia dietro richiesta specifica che organizzando telefonate ai parenti. Certo non è semplice mantenere contatti quotidiani con 70 familiari, e per questo ci scusiamo se con qualcuno non siamo ancora riusciti ad avere un confronto diretto. Il gruppo whattsapp con cui abbiamo cercato di mantenere un costante aggiornamento è rimasto inattivo per qualche tempo essendo stato attivato su un profilo utilizzato dalle animatrici. Ma stiamo cercando di recuperare. Gà da oggi pomeriggio prenderà servizio una nuova animatrice”.

IL PERSONALE

“In collaborazione con la Cooperativa abbiamo cercato di sostituire velocemente il personale assente. E, pur in una situazione di oggettiva difficoltà a reperire risorse, da oggi hanno preso servizio 4 unità di personale dedicato alla cura degli ospiti e ulteriori due OSS inizieranno la loro attività da domani mattina. Inoltre è stato aumentato il monte ore (da part time a tempo pieno) agli operatori che avevano un contratto a tempo parziale. Tutto ciò al fine di garantire le migliori cure a tutti gli ospiti. Oss e personale infermieristico stanno dunque coprendo adeguatamente le esigenze di cure e assistenza degli ospiti, e gli infermieri, sebbene in sofferenza come organico, stanno riuscendo a garantire la presenza e la reperibilità 24 ore su 24. Sono state intensificate anche le operazioni di sanificazione ed igienizzazione, implementando il personale dedicato. La Fondazione ha anche fatto eseguire una approfondita igienizzazione della struttura con dispositivi all’ozono”.

LE AUTORITÀ

“Siamo in stretto contatto quotidiano da giorni con il Sindaco di Chiomonte, il Direttore del Distretto Sanitario Valsusa e Valsangone, la Commissione di Vigilanza e tutti gli organi preposti. Sono state immediatamente attuate tutte le procedure di sicurezza predisposte fin dalla scorsa primavera e ritenute congrue dalle autorità sanitarie. Si sono attivati fattivamente anche il Prefetto e il capo gabinetto della Regione. La collaborazione da parte di tutti è massima, ma la situazione è critica in ogni dove. Cerchiamo di rimanere fiduciosi e ci stiamo attivando senza risparmio di energia garantendo la presenza della direzione quotidianamente, anche nei fine settimana, per supportare il personale e la Cooperativa nella gestione di una situazione delicata ma ben presidiata”.

IL PERSONALE

“Tutto il personale, a cui va la nostra gratitudine, sta lavorando con dedizione, impegno e attenzione, con l’utilizzo di tutti i DPI necessari a garantire la loro sicurezza e quella degli ospiti. I medici di base hanno assicurato adeguate terapie a tutti gli ospiti, per ciascuno a seconda delle condizioni. Le condizioni di tutti sono stazionarie, e solo un ospite è al momento in ospedale in condizioni stabili. Sapendo di occuparci di persone, e di dover tutelare anche la loro sfera affettiva, stiamo facendo tutto quanto è nelle nostre facoltà per operare al meglio. Ringraziamo tutti i familiari per il sostegno che stanno dimostrando e per la comprensione. Ancorché lo sappiamo sia difficile in un momento di così grande smarrimento rimanere fiduciosi. Chiediamo a loro di fare il possibile per esserlo, solo così si riuscirà a superare questo non facile momento. La ringraziamo per lo spazio che ci ha concesso e rinnoviamo a tutti il ringraziamento per il supporto che ci verrà fornito”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!