La comunità del Sestriere ricorda i caduti alla lapide di Champlas du Col Assieme all’assessore Francesco Rustichelli

SESTRIERE:  La comunità di Sestriere ha celebrato, nella frazione di Champlas du Col, il “4 Novembre” ricordando coloro che hanno sacrificato la propria vita per difendere la Patria. Il vicesindaco Gianni Poncet, assieme all’assessore Francesco Rustichelli, hanno presenziato alla Santa Messa celebrata da Don Gaetano Bellissima presso la Chiesa di Sant’Antonio adagiando, assieme all’Ana Gruppo di Sestriere, all’uscita un mazzo di fiori davanti alla lapide che ricorda i nomi dei Caduti della Grande Guerra. A seguire è stata depositata una corona di alloro al monumento ai Caduti presso il Cimitero Comunale di Sestriere alla presenza di autorità civili e militari.

Sestriere è un comune italiano di 929 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte. Con i suoi 2035 metri è il comune più alto d’Italia, se l’altitudine si riferisce all’altezza sul livello del mare della casa comunale. Si trova sul colle omonimo che mette in comunicazione la Val Chisone e la Valsusa. Il Sestriere è dominato a nordovest dal monte Fraiteve a sudest dal monte Sises, dalla Punta Rognosa di Sestriere e dal monte Motta. I nuclei abitativi sono Sestriere Colle. Sulla linea di displuvio, Sestriere Borgata, nella valle del Chisone, Champlas du Col e Champlas Janvier, in quella di Susa.

LA STORIA

Le origini del paese sono molto recenti: il comune sorse infatti per regio decreto il 18 ottobre 1934 su terreni della frazione Sauze di Cesana, separata dal comune di Cesana, dell’ex comune di Champlas du Col, che diventò frazione, e della frazione Borgata, separata dal comune di Pragelato. A partire dal 1930 Giovanni Agnelli, il fondatore della FIAT, che aveva acquistato per 40 centesimi al metro quadrato i terreni, fece costruire, su progetto di Vittorio Bonadè Bottino, due alberghi, che seguono i temi del Razionalismo italiano dell’epoca, tre funivie, costruite dall’impresa tedesca Adolf Bleichert & Co di Lipsia e dirette ai monti Sises, Banchetta e Fraiteve. La vita amministrativa del nuovo comune iniziò il 1° gennaio 1935. Fu ideato lo stemma, una banda nera ed una verde ed in mezzo un paio di sci a rappresentare la vocazione di stazione invernale di Sestriere, e il primo podestà fu Paolo Frà.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Sestriere. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale You Tube L’Agenda.