Ipotesi francese al Pian del Frais di Chiomonte: arriva la Val Cenis? Incontro tra il Comune e gli abitanti della frazione

Bandiera franceseBandiera francese

CHIOMONTE – Si è svolto al Pian del Frais di Chiomonte un incontro dell’Amministrazione Comunale con la popolazione. Erano presenti sei componenti della maggioranza: Roberto Garbati, Remo Sibille, Carlo Vigliano, Miriana Martinotti, Sergio Meyer e Sibille Giulia. Sul piano di compravendita degli impianti sciistici del Frais c’è da registare le firme dall’accordo tra il Comune di Chiomonte e la società Dedalo. L’accordo prevede un’ulteriore perizia. Ci sarà anche un “garante”  che assisterà il Comune nel valutare la completezza e le “tecnicalities” della perizia, nonché la validità complessiva dell’iniziativa. Nell’accordo, in cui è ribadita la volontà del comune, si prevede anche che siano risolti tutti i contenziosi esistenti.

ALLA RICERCA DEI FONDI

Il comune sta cercando le risorse finanziarie per l’acquisto degli impianti. Il Sindaco ha chiarito che non esiste nulla di scritto che la impegna la Regione a finanziare l’acquisto degli impianti privati della Dedalo al Pian del Frais. Alcune significative risorse finanziarie potrebbero derivare dall’alienazione di alcune proprietà, come l’azienda elettrica municipale e la partecipazione azionaria in valle Dora Energia. Attività che sono peraltro al di fuori della cultura e delle competenze presenti negli uffici comunali e che li rendono ancor più sovraccarichi di incombenze, responsabilità e lavori. Altri soldi per realizzare i “nuovi impianti da costruire” di cui i progetti sono stati consegnati recentemente in Regione per le necessarie valutazioni di impatto ambientale.

ARRIVANO I FRANCESI

Per quanto riguarda la futura gestione degli impianti si sono svolti due incontri avuti dal comune con la società francese Val Cenis. E’ nato un reciproco interesse ad approfondire possibili collaborazioni. Non è esclusa pertanto quella di una gestione degli impianti del Frais, una volta superate tutte le “problematiche” e raggiunti gli obiettivi perseguiti. Ovviamente, quest’ultima è una mera ipotesi non accompagnata da nulla di formale. Sull’argomento ci sono stati poi diversi interventi da parte dei soci di APS Frais. Dal servizio di navetta all’inserimento di una pista di pattinaggio, fino al problema della mancanza di un negozio. A tale proposito si è discusso di una possibile soluzione con il contributo del Comune.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!