I ragazzi del Pascal di Giaveno hanno donato il sangue all’AVIS Un progetto scolastico per sensibilizzare i giovani

GIAVENO – Nella mattinata di mercoledì 7 novembre, una cinquantina di ragazzi, studenti dell’Istituto Pascal ha effettuato la donazione di sangue presso l’autoemoteca dell’Avis. Per molti di loro si trattava della prima donazione, che hanno affrontato con orgoglio. Alcuni di loro hanno anche eseguito la tipizzazione presso l’associazione Admo. Un progetto dell’Avis prevede che nel mese di ottobre un medico visiti le classi dell’istituto in cui vi sono gli allievi già maggiorenni, per sensibilizzarli sul tema della donazione. Chiunque desideri donare per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione. È possibile continuare a donare fino al compimento del 65° anno d’età e fino al 70° anno previa valutazione del proprio stato di salute.

L’AVIS IN ITALIA

La donazione di sangue dei ragazzi del Pascal è una piccola goccia in un mare di lavoro da parte dell’Avis che garantisce la disponibilità di plasma a tutte le strutture sanitarie. Il numero 17 non sempre è sinonimo di sfortuna o di cattivi auspici. Per AVIS ha significato l’inizio di un’avventura che da 80 anni ha permesso di salvare milioni di vite. Infatti nel 1926 il dr Vittorio Formentano lancia sul Corriere della Sera di Milano un appello per costituire un gruppo di volontari per la donazione del sangue; l’anno seguente, 17 persone risposero all’appello dando vita alla prima Associazione Italiana di Volontari del Sangue: AVIS. La costituzione ufficiale avvenne a Milano nel 1929.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!