A Grugliasco arriva il nuovo servizio Gobee.Bike Il primo comune dopo Torino a sperimentarlo

GRUGLIASCO – Un’alternativa alle auto pratica e conveniente. E’ ciò che offre il servizio di bike sharing a flusso libero Gobee.Bike. Si tratta infatti di una postazione di biciclette verdi da utilizzare per i propri spostamenti. Già  attivo nella città di Torino, ora anche Grugliasco ne potrà farne uso. “Come amministrazione – afferma l’assessore Raffaele Biancoseguiamo con particolare attenzione tutte le innovazioni tecnologiche, specie quelle che forniscono servizi per la nostra comunità e ci aiutano a migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini, per questo motivo abbiamo preso contatti con la Gobee.bike manifestando il nostro interesse”. 

Un servizio davanti all’università

Addio alle stazioni di deposito delle bici e benvenuta alla prima postazione mobile a Grugliasco. Una posizione strategica quella scelta in città , poiché le prime biciclette sono state collocate proprio dinanzi all’università per agevolare studenti di Agraria e Medicina Veterinaria, ma anche tutti i cittadini che ne vorranno fare uso. I fiammanti nuovi mezzi verdi a due ruote della Gobee.bike inizieranno a girare dunque per Grugliasco. Un semplice aiuto per l’ambiente. Si tratta di bici free floating, ovvero una volta utilizzate e arrivati a destinazione potranno essere lasciate in qualunque parcheggio per i mezzi a due ruote. Attraverso una applicazione sul proprio smartphone si potrà  individuare il mezzo più vicino grazie al GPS. Una volta sbloccato attraverso un codice, il cittadino potrà iniziare a pedalare, richiudendola con un lucchetto una volta giunti a destinazione. Il servizio di bike sharing costa 50 centesimi per 30 minuti, con un deposito cauzionale di 15 euro, pagabile attraverso carte di credito. “Il servizio interesserà sia il centro che le borgate, consentendo di proseguire in quel percorso di facilitazione della mobilità anche nelle aree periferiche della città, che è un obiettivo fondamentale per l’amministrazione“, concludono il sindaco Montà e l’assessore Bianco.