Crea sito

Un’idea per Gravere: un concorso per la realizzazione della Via Crucis nelle frazioni Il gruppo d'opposizione lo propone all'amministrazione

gravere arnodera

GRAVERE -Sviluppare la creazione, sul territorio di Gravere e delle sue borgate di Gravere, la rappresentazione sacra della “Via Crucis”. E’ questa l’idea dei consiglieri comunali Paolo Comba, Beatrice Marcon e Noemi Scaramella che propongono lo studio per un bando di concorso a livello territoriale e nazionale. Spiegano i consiglieri. “Nel territorio di Gravere, a livello di strutture fisse o mobili, non persistono mostre o musei che sviluppino e rappresentino luogo di interesse culturale turistico o religioso che fungano da polo attrattivo.

Molti comuni analoghi, per estensione territoriale montana che per esiguo numero di abitanti, hanno studiato e pensato di valorizzare i centri storici, le piazze. Semplicemente dare un volto diverso alle numerose borgate sparse nel vasto territorio municipale. Considerando che la mozione qui sotto esposta non comporterebbe un impegno finanziario. Bensì dovrebbe pensare, in comune accordo, a sviluppare un concorso a livello territoriale per dare lustro al paese. Nonché valorizzare il territorio delle diverse Borgate che sviluppano l’intero Comune di Gravere“.

LA RICHIESTA ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

La richiesta è di predisporre, in base alle vigenti norme in materia territoriale e paesaggistica, un bando di gara aperto a tutti. Artisti, scultori, pittori, tessitori di mosaici. I partecipanti possano donare gratuitamente la loro opera d’arte al nostro territorio. L’opera, dovrà tassativamente raffigurare le 14/15 stazioni della “Via Crucis”. Definendo preventivamente le aree adibite d’interesse comunale. Suddiviso per le Borgate Graveresi, dove verranno realizzate in modo definitivo e stabile tali rappresentazioni sacre. Si verrebbe così a creare un percorso. Quindi attrattivo storico-culturale e religioso, che funga da polo turistico per tutto l’anno e porti lustro al nostro Comune ed ai suoi abitanti.