Grandissimo successo a Sangano per il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna di Reano e della Val Sangone La compagnia guidata da Gisella Favro e Laura Di Muro ha portato in scena una divertente commedia registrando il tutto esaurito

Gruppo Storico Principi dal Pozzo

SANGANO – Grandissimo successo a Sangano per il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna di Reano e della Val Sangone. Nella serata di sabato 10 luglio 2021 il Gruppo Storico Principi dal Pozzo della Cisterna di Reano e della Val Sangone ha portato in scena lo spettacolo “Il Mistero dello Scrigno”. Questa commedia in due atti, era già stata molto apprezzata quando è stata messa in scena per la prima volta, il 26 settembre 2020 a Reano.  Il 10 luglio a Sangano ha registrato il tutto esaurito. Un grande successo per questa compagnia che sa incantare il pubblico sia con le commedie che con le rievocazioni storiche.

L’EVENTO HA AVUTO LUOGO A SANGANO, LA PORTA DELLA VAL SANGONE

Alessandro Merletti, Presidente dell’Unione Comuni Montani Val Sangone e Sindaco di Sangano, con il suo discorso ha aperto la serata. Egli ha definito la sua città come la “porta” della Val Sangone ed ha citato il presidente di Airbnb. Il quale già prima della pandemia aveva previsto che il futuro del turismo sarebbe stato a “km 0”. Ha quindi annunciato che l’Unione, in collaborazione con Echos edizioni, lavorerà per creare un brand turistico locale. Quindici persone uniranno le loro forze per sponsorizzare le bellezze di questo territorio, ricco di natura, cultura e tradizioni. L’obiettivo in un primo momento sarà quello di attrarre i turisti provenienti da Torino e provincia per poi ampliare il target di riferimento ed attrarre persone provenienti da tutta Italia e dall’estero.

LA VAL SANGONE E’ UNO SCRIGNO DI TESORI

La Val Sangone è un vero e proprio scrigno di tesori. Le montagne e l’aria pura di Coazze e Valgioie, il fascino barocco di Giaveno, i capolavori artistici di Reano e gli edifici storici di Sangano e Trana, il tutto attorniato da una corona di boschi e vie d’acqua, sanno incantare ogni visitatore. Senza dimenticare due importantissime abbazie circostanti: la millenaria Sacra di San Michele, monumento simbolo della Regione Piemonte e la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, che con i suoi affreschi jacqueriani affascina i turisti. Ha preso quindi la parola Giuseppe Morra, Assessore alla Cultura del Comune di Reano e dell’Unione, il quale dopo aver fornito ulteriori dettagli di questo importante progetto, ha invitato tutti i presenti il 24 ed il 25 luglio a Reano.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Sabato 24 alle ore 21, nel piazzale antistante alla Cappella della Madonna della Pietà di Reano, il Professor Piero Leonardi presenterà il suo nuovo libro “Quel tempo ritrovato fra ironia e paradossi”. Per presenziare all’evento è necessario prenotarsi al seguente indirizzo email: museoreano@gmail.com.  Il giorno seguente sarà possibile visitare la Cappella della Madonna della Pietà ed ammirare i magnifici dipinti appartenenti al celebre ciclo pittorico di Pietrafitta, una delle più significative testimonianze dell’arte tardo-rinascimentale toscana. E’ obbligatoria la prenotazione al seguente indirizzo email: museoreano@gmail.com.

LA COMMEDIA

Lo spettacolo “Il Mistero dello Scrigno”, ambientato nella Torino degli anni ’20, è stato ideato e creato da Gisella Favro, Presidente della compagnia. Laura Di Muro, Vice Presidente del gruppo, ha progettato gli splendidi abiti indossati dagli attori, effettuando specifiche ricerche sulla moda dell’epoca. Come in ogni spettacolo e rievocazione, il gruppo ha prestato la massima attenzione ad ogni piccolo dettaglio, sia nell’abbigliamento degli attori, che nell’arredamento del palcoscenico. Tutto questo, unito alla bravura degli interpreti, ha permesso al pubblico di immergersi appieno nell’atmosfera della Torino degli “anni ruggenti”.  Gli spettatori, di tutte le età, sono rimasti molto coinvolti ed hanno così vissuto una serata spensierata, dimenticando l’attualità tanto triste. Tra le illustri personalità presenti, Diego Milani, Presidente del FAI Val Sangone e Ivan Gnesi, scienziato del Cern di Ginevra.

PERSONAGGI ED INTERPRETI

La commedia è stata magistralmente interpretata da abili attori, che hanno saputo rendere partecipe il pubblico alle vicende di Casa Rubatto.
Luciana Mascetti ha interpretato Francesca Anfossi, vedova Rubatto, i suoi figli, Gregorio ed Aurora, sono stati impersonati da Raffaele Gentili e Laura Mazzetti. Valeria Motto Ros ha vestito i panni di Valeria, la figlia di Gregorio, Valter Perozzo quelli di Eugenio, il fidanzato di Aurora, mentre Sonia Bagagiolo ha interpretato Colette, la fidanzata di Gregorio. Gisella Favro e Laura Di Muro hanno vestito i panni delle cugine venute dagli Stati Uniti: Kate e Meg.
Il personale di Casa Rubatto è stato interpretato da Irene Pacchiardo, che ha vestito i panni di Marta, la dama di compagnia di Francesca Anfossi, da Fabio Niceto, che ha impersonato Giacomo, il maggiordomo e da Elena Cantore, che ha vestito i panni di Agnese, la cuoca e governante. Le collaboratrici domestiche sono state interpretate da Elsa Picco e Annamaria Martinasso.
Serena Florio ha vestito i panni di Giulia, la contabile, Paolo Robutti quelli dell’ispettore Leone e Bruno Ronco ha interpretato il dottor Artemio. A presentare è stato un illustre membro della compagnia: l’Assessore Giuseppe Morra.

UNA BREVE TRAMA E COME FARE PER ASSISTERE AI PROSSIMI SPETTACOLI

Lo spettacolo racconta dei Rubatto, una ricca famiglia di imprenditori tessili. Francesca Anfossi, vedova Rubatto ha due figli: Aurora, molto dolce e sensibile e Gregorio, vedovo con una figlia, che invece di gestire l’azienda di famiglia, preferisce godersi i piaceri della vita. Un giorno giungono dall’America per lavoro Kate e Meg, nipoti di Francesca ed esponenti del ramo famigliare che ha fatto fortuna oltreoceano con la vendita di gioielli. Le due ragazze si portano appresso un piccolo scrigno. Iniziano ad accadere fatti inspiegabili. Cosa è successo? Come è andata a finire? Chi non ha potuto essere presente lo scoprirà sabato 25 settembre al Teatro Palafeste Coazze, prenotandosi al seguente indirizzo email: eventivalsangone@gmail.com .

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.