Gli scout della Valsusa fanno belle, e pulite, le città passando con la loro Route I ragazzi dell'Agesci nel loro incontro estivo sono intervenuti in diverse città

OULX – Gli scout della Valsusa fanno belle, e pulite, le città. “Lasciate il mondo migliore di come l’avete trovato” è uno dei capisaldi dello scoutismo. Uno dei segni educativi lasciati da Robert Baden-Powel, il fondatore. E così i ragazzi dell’Agesci che sta per Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani durante la route estiva s’è messa all’opera. Gli scout si dividono nei Lupetti, quelli piccoli che seguono le orme di Mowgli, Baloo e gli atri personaggi del “Libro della Giungla” di Kipling.

Poi ci sono gli esploratori, che vanno in tenda, preparano il fuoco e vivono d’estate per 15 giorni senza telefonino. I più grandi sono nel Clan. L’ultimo passo educativo e di formazione, poi si passa al mondo normale, quello senza fazzolettone, o si diventa capi. E il il giro ricomincia: è così dal 1907. Quest’anno i grandicelli si ritroveranno tutti sopra Oulx. Prima  dell’incontro divisi in gruppi hanno offerto il loro tempo, le loro capacità e il loro “olio di gomito” a diverse comunità in Valsusa.

scout della Valsusa

A CONDOVE E SANT’AMBROGIO

A Condove viale Bauchiero è stata una lunga tela per dipingere un percorso per l’infanzia. Ha scritto il sindaco Jacopo Suppo, qualche esperienza con i fazzolettoni marron-nocciola. “-Vento di scelte- è il nome che gli scout della Valsusa hanno dato alla loro Route di zona 2019. Un evento che sta coinvolgendo oltre 130 ragazzi e che sta attraversando tutta la valle. A Condove i ragazzi, guidati dai loro capi e coordinati dal consigliere Simona Senòr, si sono dati disponibili per “lasciare un segno”. Un impegno tangibile destinato alle comunità di cui fanno parte. In quest’ottica i ragazzi hanno realizzato un bellissimo gioco della settimana lungo viale Bauchiero. E’ vicino al parco giochi di via Grandi. Un’opera di street art regalata ai piccoli condovesi. Per questo vi diciamo grazie e buona strada“.

Anche a Sant’Ambrogio i ragazzi hanno lavorato in paese. E’ il sindaco Antonella Falchero che commenta: “Il Comune di Sant’Ambrogio ringrazia ai Rover ed alle Scolte dell’Agesci che nell’ambito della Route di Zona Valsusa hanno svolto in questi giorni una giornata di servizio al nostro paese. Sono state fatte le pulizia alla fontana del Paschè. I ragazzi hanno anche riverniciato diverse panchine in legno del paese. Grazie e buon proseguimento delle vostre attività”.

A SUSA

Anche Susa gli scout, lì il gruppo ha compiuto cinquant’anni di attività, hanno lasciato un segno. E’ l’assessore Giuliano Pelissero che scrive: “Un grazie di cuore al gruppo di scout che oggi sta rimettendo a nuovo il parco giochi di Susa di via Caduti di tutte le Guerre nell’ambito della Route di Zona. All’iniziativa generale partecipano tutti i ragazzi della Valle dai 16 anni in su. Il tema è la cittadinanza attiva e nella giornata di oggi i ragazzi del clan fanno un servizio per i vari comuni che li ospitano. L’obiettivo è – lasciare un segno concreto- del loro passaggio e del loro evento. Direi che ci stanno riuscendo, grazie davvero“.