Giornate FAI di Autunno in Val Sangone: la Cappella della Beata Vergine del Bussone

(foto Gocean)

VAL SANGONE – Giornate FAI di Autunno in Val Sangone: la Cappella della Beata Vergine del Bussone.

GIORNATE FAI VAL SANGONE

Domenica 15 ottobre le aperture Giornate FAI di Autunno 2023 in Val Sangone. Un percorso alla scoperta dei due beni storici situati in Borgata Villa alle porte di Giaveno, nel verdeggiante Cuore della Val Sangone: la Cappella della Beata Vergine del Bussone e L’Arco delle Streghe. Emerge dai pascoli che la circondano la Cappella della Beata Vergine del Bussone, conosciuta anche con il nome di Madonna del Bussone. Una chiesa ad una navata con due altari laterali e un piccolo porticato a tre fornici. Al suo interno si possono notare l’altare maggiore in legno marmorizzato con colonne nere e preziose dorature. Due tele seicentesche raffiguranti la Crocifissione e l’Annunciazione e un dipinto ad olio del XVII raffigurante una Madonna che allatta e il suo committente. Edificata tra il 1631 e il 1638 d.C. anche se sulla facciata reca la data del 1646 quando fu completata la facciata con aggiunta del porticato. Nel 1979 nei pressi della cappella si compirono degli scavi da cui emersero resti di sepolture e alcuni oggetti risalenti all’epoca romana.

L’ARCO DELLE STREGHE

Si erge su un’altura l’antico borgo in cui spicca una particolare struttura medievale conosciuta come l’Arco delle Streghe. Una particolare casaforte d’aspetto di una antica torre dotata di un arco in cui vi transita una strada. Si possono ancora oggi notare i loggiati medievali realizzati in legno che sovrastano l’arco a tutto sesto in pietra. Edificata nel 1290 d.C. per utilizzarla per controllo della strada detta Via del Sale che passava per la Colletta collegando Cumiana. L’Arco delle Streghe è un luogo di alto interesse storico perché nei campi adiacenti alla casaforte il 24 maggio del 1286 si riunì il primo Congresso degli Stati di Savioia conosciuto anche con il nome dei “Comizi di Giaveno”. Il Vicario generale Amone di Boscello radunò tutti i nobili e prelati delle future terre di Savoia. Amedeo V quel giorno fu proclamato all’unanimità Conte di Savoia.

LA TORRE

La torre è legata ad un altra interessante leggenda che narra della Clerionessa, la domestica alle dipendenze dello stesso Borello in cui nel 1298 fu arrestata per stregoneria ma prima dell’esecuzione della condanna accadde qualcosa di inspiegabile. Durante il percorso i visitatori potranno assistere ad un vero e proprio viaggio attraverso le epoche ricco di importanti fatti storici e antiche leggende. La partenza della visita è prevista presso la Cappella della Madonna del Bussone di Borgata Villa, in cui verrà illustrata la storia dell’edificio, per poi dirigersi fino all’Arco delle Streghe, in cui vi sarà una piccola rappresentazione in costume da parte dell’Associazione culturale Principi dal Pozzo della Cisterna di Reano.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.