Giaveno: la sede comunale di Protezione civile dedicata a Sergio Portigliatti

Sergio Portigliatti

golia 1

GIAVENO – Il 15 maggio alle ore 11 la sede comunale della Protezione civile di corso Piemonte, affidata al Distaccamento Fipsas Giaveno, sarà intitolata a Sergio Portigliatti. La sede della Protezione civile comunale è stata realizzata nel 2000. È affidata al Distaccamento FIPSAS Giaveno che ne cura la manutenzione e la tiene in ordine. Nel 2021 sono stati eseguiti lavori di ammodernamento e sono state acquistate dal Comune nuove attrezzature per migliorarne l’efficienza. È dotata anche di una sala corsi per la formazione continua del personale.

LA SEDE DI GIAVENO A SERGIO PORTIGLIATTI

In caso di calamità oppure ogni volta che viene aperta il COC (Centro operativo comunale) viene usata come base logistica di coordinamento di tutte le forze di protezione civile. L’intitolazione a Sergio Portigliatti è stata voluta dalla sua squadra per ricordarne sempre la grande disponibilità e abnegazione. Sergio Portigliatti, nato nel 1948 e scomparso nel 2019 iniziò la sua avventura nella FIPSAS Federazione Italiana Pesca Sportiva nel lontano 1985. Da sempre impegnato nel sociale e nell’ambito della vigilanza, raggiunse la qualifica di responsabile provinciale vigilanza FIPSAS nel 1995, coordinando 53 guardie su tutto il territorio torinese. «La qualità della pesca dipende dalla qualità dell’ambiente naturale» e «La pesca va rilanciata come divertimento e come assoluto rispetto dell’ambiente», amava ripetere. Fino al 2019 ha collezionato ben 34 anni di servizio, contribuendo a formare la squadra di volontari attualmente in servizio in Val Sangone.

IN VAL SANGONE

Nella vita lavorativa, Portigliatti fu operaio alla Manifattura, frequentò l’istituto professionale Pacchiotti, lavorò alla Lacdor poi entrò in Fiat nel 1971. Per quanto riguarda la vita privata, fu sempre molto legato alle borgate di origine dei suoi genitori, Girella e Monterossino. Nel 1968 sposò Bruna Pellizzari e nel 1969 nacque il figlio Danilo. È stato un padre e un nonno amorevole; ha aiutato il nipote Edoardo a diventare un campione di trial. Oltre all’impegno ambientale, Sergio Portigliatti è sempre stato molto attivo nel sociale: fa piacere ricordarlo come infaticabile Babbo Natale e membro del Circolo Giacomo Brodolini. In questo ultimo ambito matura l’adesione al Partito socialista, da cui deriva il suo impegno nella costruzione del primo Centro Sociale Aperto alla Buffa, per ospitare anziani e disabili, e la partecipazione alla Commissione Comunale Sussistenza e Assistenza, che distribuiva il cibo ai meno abbienti.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube  YouTube L’Agenda News.

citycar 1