Giaveno: interesse per la banda larga soprattutto per la montagna Le zone rurali soffrono di scarsa ricezione per i cellulari

Studio Golia

GIAVENO – L’amministrazione di Giaveno ha aderito all’appello Uncem per la banda larga. Scrivendo a Ministri, assessori e consiglieri regionali. Da tempo è evidente, e questa pandemia lo ha dimostrato ancor più, che il territorio delle aree interne e montane subisce il digital divide, ovvero non gode delle stesse risorse in campo di infrastrutture telematiche rispetto alle aree urbane. Le zone rurali come la nostra soffrono di scarsa ricezione per i cellulari, di zone d’ombra del segnale radiotelevisivo Rai e di mancanza di reti adeguate per l’accesso ad internet ad alta velocità. Sono tutti temi sui quali già in passato si è lavorato, e già altre volte il Comune di Giaveno ha aderito alle iniziative di Uncem per sollecitare risposte.

LA BANDA LARGA

La digitalizzazione a Giaveno per la banda larga potrebbe portare benefici nell’alleggerimento dei procedimenti burocratici. Per le scuole e università, per le aziende, per i lavoratori che otterrebbero un miglioramento importante della qualità del lavoro. Ma anche per le famiglie che oggi necessitano di tutelare la salute delle fasce più deboli, con telemedicina e teleassistenza. Il 12 maggio il Ministro Provenzano ha risposto che condivide le richieste e che si adopererà per soddisfarle. Il 14 maggio ha risposto anche la Ministra Pisano condividendo quanto sta facendo il suo Ministero con la convocazione di una cabina di regia apposita e lo stanziamento di numerose risorse.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!