Giaveno: alla Crolle e alla Pertini il progetto “Una vita attiva è abbastanza per la salute ed il benessere?” Proseguiranno le lezioni settimanali di attività motoria

golia

GIAVENO – In questo anno scolastico alcune classi della Scuola Primaria Crolle e della Scuola Pertini di Sala, appartenenti all’Istituto Comprensivo Gonin di Giaveno, proseguiranno con il progetto di ricerca “Una vita attiva è abbastanza per la salute ed il benessere?”. Si tratta di un progetto di Ricerca di Interesse Nazionale. Il progetto di ricerca è condotto da un gruppo di docenti Gennaro Boccia, Corrado Lupo e ricercatori dei corsi di studio in Scienze Motorie Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Torino in collaborazione con altri atenei italiani. Il progetto è stato avviato verso la fine dello scorso anno scolastico ed ha coinvolto circa 120 ragazze e ragazzi.

IL PROGETTO

Nel mese di ottobre 2021, come lo scorso anno, verranno svolte misurazioni antropometriche. Si tratta di statura, massa corporea, circonferenza della vita. Poi test fisici riguardanti resistenza, velocità, forza, agilità, flessibilità, equilibrio. Successivamente, in base alla disponibilità delle palestre, ad accordi tra i docenti e con la Dirigente scolastica, il progetto proseguirà con circa sei mesi di attività fisica strutturata sotto la guida di un esperto dell’Università e per circa 6 mesi una attività fisica ecologica “The Daily Mile”, consistente in tre uscite settimanali della durata di circa 15 minuti di corsa o cammino, ad andatura volontaria, sulla distanza approssimativa di un miglio.

ALLA PERTINI

Inoltre proseguiranno la lezione settimanale di attività motoria di un’ora con il proprio docente di classe Alla Scuola Pertini costituiranno il “gruppo di controllo” e proseguiranno la normale attività motoria con i docenti di classe. Al termine del progetto verranno nuovamente svolte le misurazioni per verificare gli effetti delle attività svolte. Il progetto intende fornire alla realtà nella quale sarà svolto un valore aggiunto dal punto di vista formativo, culturale e di immagine. Inoltre, sottoponendo i bambini a misurazioni fisiche periodiche quest’attività può essere considerata come un’attività di monitoraggio della loro salute fisica e motoria. Già lo scorso anno il progetto ha avuto un riscontro molto positivo sia da parte dei docenti di classe sia da parte degli alunni per l’alta professionalità dei ricercatori dotati di strumentazioni professionali e per gli interessanti test fisici svolti.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda.