Firmato il “Bonus Piemonte”: aiuti per ristoranti, bar, parrucchieri e discoteche Stanziati 88 milioni di euro di fondi regionali

Parrucchiere acconciatore

TORINO – Firmato il “Bonus Piemonte“: aiuti per ristoranti, bar, parrucchieri e discoteche. Questa mattina, sabato 2 maggio, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha presentato il “Bonus Piemonte”. Il nuovo bonus prevede un contributo a fondo perduto per aiutare le aziende a riaprire. In particolare sono stanziati 88 milioni di euro di fondi regionali a fondo perduto per le attività più colpite dall’emergenza Coronavirus. Sarà sufficiente comunicare l’Iban per l’accredito. 2500 € sono destinati a ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, agriturismi, aziende di catering, estetica e istituti di bellezza, barbieri e parrucchieri, sale da ballo e discoteche. 2000 € per ristorazione da asporto e centri benessere. 1300 € per le aziende di ristorazione ambulante. 1000 € saranno per taxi e noleggio con conducente. Gli importi sono da intendere per attività. Nei prossimi giorni arriverà a tutte queste categorie una mail pec, alla quale le attività potranno rispondere esprimendo l’intento di riaprire e comunicando il loro Iban.

GLI AIUTI ECONOMICI

Arriveranno dunque importanti aiuti economici per tutte quelle attività commerciali che sono state pesantemente penalizzate dall’emergenza Coronavirus. Al momento restano escluse dal “Bonus Piemonte” annunciato da Cirio le palestre. Per loro sono stati stanziati 4.5 milioni di euro, a cui però potranno accedere solamente partecipando a un bando. Il presidente della Regione Piemonte Cirio stamattina ha sottolineato che si vogliono evitare pratiche lunghe, per cui non verranno chieste particolari garanzie. L’approvazione del “Bonus Piemonte” avverrà entro metà maggio. Infine Cirio ha aggiunto che sono allo studio misure anche per i negozi di abbigliamento e per le attività che vendono beni che in questi due mesi i cittadini hanno potuto acquistare nei supermercati.

RIPARTI PIEMONTE

Il “Bonus Piemonte” in accordo con le associazioni di categoria è stato annunciato stamattina in attesa di approvare in giunta lunedì il disegno di legge “RipartiPiemonte“. Il via libera definitivo è atteso entro il 15 maggio. Con “RipartiPiemonte” la Regione intende stanziare 800 milioni di euro di fondi europei e risorse regionali per la ripresa economica del territorio. Il presidente di Ascom Confcommercio Piemonte Luisa Coppa stamattina dopo la conferenza stampa ha detto. “Ringraziamo come Confcommercio Piemonte il presidente Alberto Cirio, l’assessore Poggio Vittoria tutta la Giunta per la grande sensibilità dimostrata nei confronti delle nostre imprese con un grande segnale di liquidità immediata, per la ristorazione, i bar, l’apporto, parrucchieri ed estetiste. Il nostro impegno non si ferma, lavoriamo sul comparto del turismo della moda e per il settore dei mercati non alimentari. Cogliamo con piacere l’attenzione annunciata verso la filiera dell’abbigliamento i cui negozi hanno intere collezioni bloccate e centinaia di migliaia di euro di perdita economica.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!