Alpini della Valsusa: il gruppo di Sant’Ambrogio festeggia con gli amici abruzzesi di Atessa Due giorni per il 90° anniversario dalla fondazione

Alpini Sant'Ambrogio

S.AMBROGIO – La pioggia non fermato i festeggiamenti del gruppo Alpini di Sant’Ambrogio. Due giorni tra musica, protezione civile e ricordo per le penne nere all’ombra della Sacra di San Michele. Da segnalare il gemellaggio del gruppo di Sant’Ambrogio con quello abruzzese di Atessa.

Alpini Sant'Ambrogio

Un’amicizia nata sotto le macerie e l’aiuto dei valsusini durante i tragici giorni del post terremoto. Il programma della due giorni. Sabato 21 settembre nel pomeriggio si è svolta “Un giorno senza paura”. Alla palestra di roccia scuola con i bimbi a cura del Nucleo Rocciatori degli Alpini. Poi la gran serata. Presso piazza della Repubblica, una serata musicale con il gruppo “Le nostre valli” che hanno incantato come sempre il numeroso pubblico.

Alpini Sant'Ambrogio

LE PENNE NERE DI SANT’AMBROGIO

Domenica 22 settembre, nuvolosa ma non piovosa, ecco in piazza a Sant’Ambrogio il raduno dei gruppi Alpini e degli ospiti. Presenti in città le delegazioni dei Paracadutisti del Nucleo Valsusa dei Marinai e delle altre associazioni d’arma. Con loro tantissime associazioni civile e decine di gagliardetto dei gruppi Alpini della Valsusa e di Torino. Tra le penne nere il generale Federico Bonato, il sindaco Antonella Falchero con gli assessori, Anna Versino vicesindaco di Rosta, il Luogotenente dei Carabinieri Giuseppe Minutolo. Dopo la sfilata fino al monumento, l’alzabandiera al suono delle musiche della Fanfara sezionale dell’Ana Valsusa. Il capo gruppo Michele Ramella. “Due giorni importanti per il gruppo di Sant’Ambrogio riusciti grazie all’aiuto di tutti. Un’occasione per ricordare, pensare al passato e rilanciare la nostra azione al futuro“.

A Sant'Ambrogio festa degli Alpini – Michele Ramella

Gepostet von L'Agenda News am Sonntag, 22. September 2019