Ferrera Moncenisio: il 25 Aprile alla nuova lapide a ricordo di tutti i caduti nelle guerre Il paese di confine ricorda quanti si sacrificarono per la Patria

 

MONCENISIO – Anche il piccolo comune di confine di Ferrera Moncenisio ha festeggiato il 25 Aprile, Festa della Liberazione. La manifestazione si è svolta al Cimitero dove sono presenti le lapidi dei singoli morti in combattimento, in Municipio dove sono riportati i morti durante la Grande Guerra e alla nuova stele. Presenti alla celebrazione l’amministrazione con il sindaco Mauro Carena e le associazioni del paese. A rendere onori ai caduti i rappresentanti della Sezione ANA Valsusa e i gagliardetti dei Gruppi alpini della Val Cenischia.

IL RICORDO

La lapide ricorda “Ferrera Moncenisio alle vittime di tutte le guerre“. Un epitaffio che può sembrare semplice e scontato ma non lo è. In questo ricordo di pietra, posato sulla roccia, c’è l’essenza della volontà della comunità di Ferrera di ricordare i propri abitanti chiamati alle armi ma anche quanti vissero un periodo della loro vita sul territorio del comune. Nel libro dei ricordi della comunità c’è da sempre un capitolo aperto con i nomi dei soldati, finanzieri e appartenenti a tutte le armi che soggiornarono, passarono e combatterono su queste montagna. Prima in difesa del confine, si parla del primo Novecento, poi nuovamente con la costruzione della grande linea difensiva delle Alpi. Poi nel 1940 con l’attacco alla Francia e successivamente nella guerra civile dal 1943 al 1945. Un principio, quello del ricordo, che ha spinto l’amministrazione Carena a questo gesto che può sembrare retorico ed è invece di sostanza.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.