Ferragosto a Sauze d’Oulx con sette concerti per sette rifugi, la montagna da vivere Nell’ambito della rassegna “Spettacolo Montagna”

SAUZE D’OULX – Ferragosto a Sauze d’Oulx da sempre vuol dire concertone dell’Unione Comuni Olimpici Via Lattea nell’anfiteatro naturale di Sportinia. Con l’incertezza dalla pandemia Covid anche quest’anno il Concertone non si farà, ma ci sarà una grossa novità. Nell’ambito della rassegna “Spettacolo Montagna” una nuova formula che potremmo definire diffusa. Proporremo infatti un 7×7 che vuol dire piccoli concerti di Ferragosto. Per avere così 7 concerti in contemporanea in 7 rifugi e permettere così a tutti di lavorare al top e ai commensali e turisti di godere di ottima musica. È un esperimento scelto Sauze d’Oulx per trascorrere il Ferragosto.

RIFUGIO CLOT BOURGET

Al rifugio Clot Bourget in località Pian Della Rocca si esibirà il gruppo “19 O’Clock”. Jean-Paul Agnesod, chitarrista, compositore e insegnante di musica. Ha imbracciato da giovanissimo la chitarra, diplomandosi all’Istituto musicale di Aosta e perfezionandosi alla Guitar Academy, alla ST Lizard Academy e alla Sanremo Academy. Ha pubblicato diversi CD e suonato in svariati gruppi, sperimentando diversi generi musicali, dal metal al progressive, dal blues al rock, dallo swing al country. Oltre alle esperienze televisive in RAI, MTV Italia e Canale 5, in diverse occasioni ha affiancato i “big” della musica, tra cui in particolare Steve Vai. Dall’incontro con Antonella Berlier (voce) nel 2017 sono nati i 19 O’Clock. Il duo parte da un blues sanguigno per proporre le pietre miliari della discografia internazionale. Usando sonorità in particolare che spaziano dal rock al blues, senza escludere qualche piacevole divagazione in altri generi musicali.

RIFUGIO CIAO PAIS

Al Rifugio Ciao Pais di località Ciao Pais il gruppo “The Alpalachians”. Un autentico “super-gruppo” costituito da due delle giovani musiciste più apprezzate della scena indie e dal cantante e chitarrista della leggendaria Treves Blues Band. La ruvidezza delle Alpi Occidentali incontra l’immaginario degli Appalachi in questo progetto musicale nato dalla comune fascinazione di tre musicisti piemontesi per il folk dell’America del Nord e per i suoi luoghi pieni di simboli. Le radici blues di Alex Gariazzo accolgono le atmosfere oscure di Carlot-ta e le melodie terse di Cecilia in un repertorio di riscoperta che intende attraversare l’infinito canzoniere americano, raccoglierne alcune tracce e consegnarle ai linguaggi dell’alt-pop europeo e della musica d’autore. I suoni delle corde e del legno di chitarre e arpe, ammorbiditi o inaspriti da organi, fisarmoniche e pianoforti.

RIFUGIO LA SOSTA

Al Rifugio La Sosta e Bar Clotes in località Clotes il gruppo “Li Barmenk”. Provate a non ballare, quando suonano i maestri della musica occitana! Courenda e Brando ma anche Walzer, Polka e Mazurka e poi Bourrée, Scottish, Rigodòn e tante altre musiche di danza. me- lodie tradizionali delle nostre valli e quelle di tutto il mondo al- pino, d’Irlanda, di Provenza, e dei Paesi Baschi. Il piacere di fare musica ad orecchio, per sé e per i propri amici, di suonare in un’osteria o in un cortile, ma anche in un prato o in una stalla. Ricercare sullo strumento gli accordi di una melodia ricordata dai più anziani oppure sentita ad una festa. Qualcuno si alza e accenna un passo di danza… strumenti della tradizione popolare come il Basso Tuba e il Semitoun, le suggestioni della ghironda.

RIFUGIO ORSO BIANCO, ROCCE NERE E TRIPLEX

Ai Rifugi Orso Bianco, Rocce Nere e Monte Triplex il località Sportinia il gruppo “Ludovico Sanmartino Quintet”. Ludovico Sanmartino è un cantastorie proveniente dalla Val San Martino, in provincia di Torino. La sua musica è frutto dell’incontro tra cantautorato e canzone popolare, proprio per questo i suoi testi sono scritti in patouà (dialetto occitano), ma anche in italiano. Esordisce nel 2018 col suo album “El Dorado” che tratta il tema dell’incompletezza dell’uomo senza la Natura. Nel 2019 esce il singolo “Signora Culturina”, il cui video è girato al Tagliaretto, suggestiva frazione di Pinasca immersa nei boschi.

concerto-ludovico-sanmartino-band

RIFUGIO GRANDE TACHIER

Al Rifugio Grange Tachier in località Grange Tachier il gruppo “Frubers in the sky”. Un altro “super-gruppo”, costituito da autentici “campioni” della scena musicale piemontese (e non solo): Silvia Carbotti alla voce, Max Carletti alla chitarra, Stefano Profeta al contrabbasso, Paolo Franciscone alla batteria. Un progetto che, a partire dalle sonorità tipiche del jazz e dello swing esplora la musica nelle sue forme più disparate per dare vita a quell’istinto di battere il tempo con il piede e iniziare a cantare anche quando non si conosce un brano. Nel 2019 esce il loro album “Affetti Speciali”, che era stato preceduto nel 2015 da “Double”.

RIFUGIO MARMOTTA

Al Rifugio La Marmotta il località Monte Triplex a Sauze d’Oulx si esibirà “Dora”. La voce di Dora I”InCantautrice, cantante e autrice, in un trio d’eccezione: un viaggio insieme elegante e travolgente attraverso i grandi brani della discografia italiana e internazionale. Dora partecipa ad Area Sanremo 2018, classificandosi come Finalista. Nello stesso anno inizia a collaborare come autrice per Disney e Magnolia Entertainement, con alcune colonne sonore di serie TV di successo. L’anno successivo vede la sua partecipazione tra i 60 finalisti di Sanremo Giovani 2019. Dora si esibisce in eventi dal vivo, contest, festivals, con una formazione che prevede strumenti acustici ed elettronici, caratterizzata da sonorità che spaziano dagli anni ’80 al cantautorato più moderno.

RIFUGIO CICCI’S HOUSE

Al Rifugio Cicci’s House di località Sarnas si esibirà il gruppo “The Irish Coffees con Federico Sirianni”. La musica irlandese è trascinante e magica, da sempre in contatto con la natura. Dai suoni dell’Isola di Smeraldo, The Irish Coffees Quartet parte per un viaggio attraverso danze, canzoni celebri, reels e jigs tra i più conosciuti di un repertorio sconfinato, per arrivare a toccare quei generi che devono le loro radici proprio alla musica irlandese: il rock ed il folk. In formazione Quartet, gli Irish Coffees propongono alla voce e alla chitarra un ospite d’eccezione: Federico Sirianni. Federico Sirianni: voce e chitarra, Elisabetta Bosio: violino, Cosimo De Nola: percussioni e Gualtiero Marangoni: viola da gamba.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.