Crea sito

“Eurolys 2018” i giovani europei si incontrano al Colle del Lys per la commemorazione delle vicende della guerra di liberazione Da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio un ricco programma

Da venerdì 29 giugno a domenica 1° luglio, in concomitanza con la commemorazione delle vicende della guerra di Liberazione che ebbero come teatro il Colle del Lys, è organizzato un nuovo incontro e confronto tra decine di giovani europei dai 16 ai 25 anni provenienti da numerosi paesi del Vecchio Continente.

I giovani si incontreranno tra la Valsusa e le Valli di Lanzo, in occasione della manifestazione “Eurolys” organizzata dal Comitato Colle del Lys, con il patrocinio della Comunità Europea, della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e con la collaborazione di alcuni Comuni del territorio metropolitano.

Sarà l’occasione per un dibattito aperto e originale sulle cause dell’ultimo conflitto, sulla liberazione del continente dalle dittature, sull’importanza e il ruolo dell’Unione Europea, sulle nuove identità, i valori costituzionali e il senso della cittadinanza europea. Eurolys intende consolidare la conoscenza e la convivenza tra giovani, attraverso le opportunità offerte dalle relazioni di gemellaggio tra città, favorire lo scambio interculturale, linguistico, relazionale, sostenere le politiche di gemellaggio come occasione privilegiata di costruzione dell’Europa dei popoli, promuovere il protagonismo giovanile e l’impegno civile.

Durante il campeggio i ragazzi parteciperanno a dibattiti, attività, workshop e passeggiate sui sentieri partigiani. Si ritroveranno intorno alla torre circolare del Colle, monumento che ricorda il feroce rastrellamento nazifascista del 2 luglio 1944, nel corso del quale morirono ventisei giovani partigiani della 17ª Brigata Garibaldi “Felice Cima”.

Il monumento onora più in generale la memoria dei 2024 caduti delle brigate partigiane dislocate nelle valli Susa, Lanzo, Sangone e Chisone durante la guerra di Liberazione. Il primo monumento posto al Colle del Lys a ricordo dei partigiani uccisi era soltanto un piccolo cippo in legno, collocato in un luogo vicino all’attuale monumento dopo il 25 aprile 1945. Subito dopo si costituì un Comitato per le onoranze ai caduti, che promosse la costruzione del monumento vero e proprio, dedicato ai ragazzi trucidati durante il rastrellamento del 1944 e a tutti i 148 caduti della 17ª Brigata.

Il programma di Eurolys

Venerdì 29 giugno

  • Ore 21 proiezione del film “Siamo scesi tutti laureati”.

Sabato 30 giugno

  • Giornata sarà dedicata allo sport e alle attività all’aria aperta, con l’escursione al Colle della Portia organizzata dalla Federazione Italiana Escursionismo e con la gara ciclistica Rubiana-Colle del Lys, organizzata dall’associazione sportiva Borgonuovo Collegno e dalla UISP Valsusa.
  • Alle 11 in località Sabionera di Almese verrà inaugurata una targa dedicata al partigiano Ivano Piazzi – nome di battaglia “Lupo” – a cura dell’amministrazione comunale e della sezione ANPI di Valmessa.
  • Alle 17 il Parco naturale di interesse provinciale del Colle del Lys sarà il teatro di una gara di corsa in montagna trail, organizzata dall’associazione “Gli Orchi Trailers” e dalla UISP Valle Susa.
  • Alle 16 all’Ecomuseo della Resistenza sarà proiettato il documentario “Una stagione di libertà, storia della repubblica partigiana delle Valli di Lanzo”, alla presenza dell’autore, il giornalista Battista Gardoncini.
  • A seguire la proiezione del video “Cuba libre”, a ricordo del partigiano Gino Donè. Dopo la cena nella tensostruttura allestita sul piazzale del Colle del Lys sono previsti una fiaccolata sui sentieri della memoria, il concerto dei vincitori del concorso musicale “Resistenza elettrica” e il concerto “Gran Bal Dub” con Sergio Berardo dei “Lou Dalphin” e Madaski.

Domenica 1° luglio

  •   Ore 9,30 inizio delle celebrazioni ufficiali con l’assemblea dei rappresentanti delle istituzioni, che sottoscriveranno un documento d’intenti.
  • Alle 11 saranno resi gli onori militari e civili e sarà posta una corona d’alloro a piedi del monumento ai caduti. Dal Sacrario del Martinetto di Torino arriverà la Fiaccola della Libertà. L’orazione ufficiale sarà tenuta dalla Presidente nazionale dell’ANPI, Carla Nespolo.
  • Dopo il pranzo è previsto l’arrivo dei partecipanti al mini trekking da Traves al Colle del Lys, sul percorso di “Sentieri resistenti”, organizzato da UISP ed Exploravita.
  • Alle 15 è anche in programma una passeggiata rievocativa, con letture sui sentieri della memoria, organizzata da UISP Valle Susa.
  • Alle 15,30 all’Ecomuseo della Resistenza “Carlo Mastri” verrà proiettato il documentario “La lunga scia di sangue. Eccidio del 30 aprile 1945 a Collegno e Grugliasco”, presentato da Pippo Rizzo, presidente della Consulta antifascista di Grugliasco.