Crea sito

Elezioni a Susa: con la lista di Genovese ci sono Nicolò Vielmi e Sirena Gnisci Genovese: "Ci sarà un custode delle frazioni"

SUSA – La lista civica CambiAmo Susa è al lavoro e sta incontrando in questi giorni gli abitanti delle frazioni. Piero Genovese candidato Sindaco: “Grande voglia di parlare, di confrontarsi, di proporre, di contare dei cittadini raggiunti. Soprattutto un desiderio di cambiare emerge nella stragrande maggioranza della popolazione. Grande successo e molto apprezzata tra gli abitanti l’idea dell’istituzione del “Custode delle Frazioni”  figura rappresentata da Arnaldo Walder che sarà in caso di vittoria il tramite tra l’amministrazione e le esigenze delle frazioni mentre il sentimento comune risulta essere che troppo poco sia stato fatto in questi ultimi anni, insomma l’esigenza risulta essere che si deve cambiare!”.

VIELMI E GNISCI IN LISTA

Nella lista CambiAmo Susa ci sono: Nicolò Vielmi, 22 anni nato e cresciuto a Susa ,diplomato al Liceo Scientifico Norberto Rosa e studente iscritto al corso di Assistente Tecnico Veterinario presso l’Abivet di Roma. Molto stimato da tanti anni fa parte del gruppo “Sbandieratori e Musici della Città di Susa“. “Ho deciso di intraprendere questo percorso, nonostante la mia giovane età, perchè vorrei contribuire in prima persona alla realizzazione di tutti i progetti nati all’interno del gruppo del Laboratorio del cambiamento, che mirano al miglioramento concreto della qualità della vita del Paese, impegnandomi a lavorare sempre con entusiasmo e serietà. Susa è una città ricca di storia e di bellezza che merita di essere valorizzata, e ora più che mai penso sia arrivato il momento di dare una sferzata di novità e di cambiamento” spiega Vielmi.

Sirena Gnisci, 51 anni, commerciante gestisce un bar storico a Susa con il figlio.  “Faccio questo lavoro da due anni per offrire un punto di incontro ai giovani della nostra cittadina, che purtroppo ultimamente offre ben poco. Per questo motivo  ho deciso di mettermi in gioco e cercare di contribuire a migliorare la nostra tanto bella quanto sottovalutata cittadina” dice la Gnisci.