É partito ufficialmente il 29 marzo l’Anno europeo delle ferrovie, con uno sguardo alla TAV in Valsusa Il treno Connecting Europe Express attraverserà l’Unione da settembre fermandosi nelle principali capitali europee

TORINO – É partito ufficialmente il 29 marzo 2021 l’Anno europeo delle ferrovie con un evento alla vigilia della riunione informale dei ministri dei trasporti incentrata sui diversi modi per accelerare il trasferimento modale verso la ferrovia. TELT, l’azienda binazionale che sta costruendo la linea TAV in Valsusa, supporta l’iniziativa con un video che mostra i due territori coinvolti nella nuova infrastruttura: Piemonte e Auvergne-Rhône-Alpes.

L’EUROPE EXPRESS

Fra le iniziative presentate il Connecting Europe Express. E’ il treno che attraverserà l’Unione da settembre fermandosi nelle principali capitali europee per promuovere i numerosi vantaggi del trasporto ferroviario per i passeggeri, le merci e l’ambiente. Secondo Adina Vălean, Commissaria UE per i Trasporti: “Il Connecting Europe Express sarà un reale e tangibile esempio del potere di unire della ferrovia. In ognuna delle quasi 40 fermate gli eventi riuniranno non solo gli operatori del settore ferroviario, ma anche le organizzazioni della società civile, le autorità locali e regionali e il pubblico in generale, per discutere i vantaggi della ferrovia, così come ciò che deve ancora essere fatto in modo che la ferrovia possa diventare l’opzione numero uno per i passeggeri e le imprese”.

GLI OBIETTIVI

La volontà è aumentare la consapevolezza dei benefici dell’uso e dell’implementazione di modi di trasporto puliti, sottolineando l’importanza di finanziare infrastrutture sostenibili. Per questo l’Europa da diversi anni ha puntato su investimenti nel settore e il nuovo Connecting Europe Facility (CEF), vale 33,7 miliardi di euro sul prossimo bilancio UE 2021-2027. Tra gli obiettivi: raddoppiare il trasporto merci su rotaia e triplicare il trasporto passeggeri ad alta velocità entro il 2050. In questa prospettiva la rete di trasporto transeuropea dell’UE (TEN-T) ha un ruolo centrale.

MOBILITA’

I dati mostrano come i trasporti rappresentino da soli il 25% delle emissioni di gas serra nell’UE. Tuttavia le ferrovie sono responsabili di meno dello 0,5% e sono l’unico mezzo di trasporto che ha ridotto in maniera considerevole le proprie emissioni rispetto ai livelli del 1990. Nonostante questi punti forti, solo il 7% dei passeggeri e circa l’11% delle merci viaggiano su rotaia. Il 2021 sarà anche il primo anno di piena attuazione del 4º pacchetto ferroviario e rappresenterà quindi un importante passo avanti verso lo spazio ferroviario europeo unico: una rete ferroviaria europea più efficiente che consente una mobilità transfrontaliera senza interruzioni.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Tav in Valsusa. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Metti mi piace alla pagina YouTube dell’Agenda.