Diario da Roma: un riconoscimento all’enorme lavoro dei sindaci Credo sia importante che il governo riconosca loro il merito e il giusto riconoscimento

Diario da Roma

ROMA – Diario da Roma: i sindaci, ed in particolare quelli dei piccoli comuni e dei borghi, hanno svolto e stanno svolgendo un lavoro straordinario. Non solo dal punto di vista della sicurezza sul territorio ma anche nel rassicurare i propri concittadini, cui stanno cercando tra mille difficoltà di garantire quei servizi che, in alcune realtà, sono lontani o difficilmente raggiungibili, a partire dai pronto soccorso. Credo sia importante che il governo riconosca loro il merito e il giusto riconoscimento per i loro sforzi eccezionali in questo momento di grande difficoltà. Riconoscimento che non si limiti, però, soltanto alle parole, che pure sarebbero importanti, ma che si traduca in fatti, con sostegni concreti. Loro, forse più di altri, stanno interpretando quell’essere al servizio del Paese, dei cittadini, che dovrebbe ispirare chi ricopre ruoli amministrativi e istituzionali.

GOVERNO PUNISCE IL PIEMONTE

I parametri utilizzati dal governo per la divisione cromatica dell’Italia ci sembrano abbastanza arbitrari. Arbitraria, per esempio, ci sembra la decisione di tenere la Campania fuori dalla zona rossa, anche se il presidente De Luca ha più volte minacciato il lockdown vista la saturazione dei posti letto. Ancora più arbitraria ci appare la scelta di inserire il Piemonte nella zona rossa, pur avendo la nostra regione una situazione epidemica molto meno grave rispetto alla Campania. Le decisioni del governo rischiano di rafforzare il clima di conflittualità’ istituzionale di cui non si avverte davvero il bisogno. La chiusura di regioni come Piemonte e Lombardia ha ripercussioni importanti per tutti. Le imprese dell’Emilia o del Lazio che lavorano per le industrie piemontesi o lombarde, e viceversa, come devono regolarsi per la consegna delle commesse? Stiamo parlando di danni economici rilevanti e non certo risarcibili con le cifre risibili che circolano in queste ore. Bene ha fatto il presidente Cirio ad esprimere con forza perplessità e dubbi su un Dpcm scritto come una pagella, con punizioni e premi basati più sul colore politico della giunta regionale che non sulla situazione epidemica.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Per il Diario da Roma. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!