Condove: la manifestazione del Giorno della Memoria in ricordo di Mario Bocco e Bruno Segre

CONDOVE – Condove: la manifestazione del Giorno della Memoria in ricordo di Mario Bocco e Bruno Segre.

A CONDOVE LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Uno splendido sole ha accompagnato oggi, sabato 27 gennaio, la celebrazione del Giorno della Memoria, in ricordo delle vittime dell’Olocausto. Appuntamento con le scuole in Vicolo Isonzo, con l’omaggio alla Pietra d’Inciampo dedicata al condovese Mario Bocco. Lì sono stati deposti dei fiori dai ragazzi dell’Istituto Re e della Scuola Cosimo Bertacchi. Presenti le autorità di Condove e Caprie con i sindaci Suppo e Torasso con i loro assessori. Chiara Bonavero, vice sindaco, ha invitato anche i ragazzi che hanno partecipato al “Treno della memoria” per portare la loro testimonianza. Alpini, del gruppo ANA, i Combattenti e Reduci e le sezioni dell’ANPI hanno dato importanza al momento di ricordo. Poi il gruppo si è spostato davanti al municipio dove ci sono stati gli interventi e le letture di brani a tema da parte degli studenti. Lo stridente suono della sirena dalla torre civica ha concluso le celebrazioni del 2024.

LA STORIA DI BOCCO

Mario Bocco era un ragazzo di appena venticinque, era nato il 17 gennaio del 1919, quando fu arrestato e poi deportato a Mauthausen, nel febbraio del 1944. Venne catturato a Torino, mentre partecipava a una riunione di partigiani della Brigata Felice Cima a cui aveva aderito dal settembre del 1943 con il grado di Comandate di Distretto. Era geometra e studente di architettura, poi avrebbe lavorato nell’azienda edile di famiglia. Da quel giorno la famiglia attese per settimane di sapere dov’era stato fatto prigioniero e dove fosse internato. Di lui non si seppe nulla per due anni quando, venne comunicato il decesso. Morì per stenti il 24 giugno del 1945 in un ospedale a Reuchenau. Ora è nel Cimitero Monumentale di Monaco di Bavera, il più grande cimitero della città, il secondo cimitero in Germania per grandezza. Il campo santo ospita 64.500 salme di prigionieri, 20.000 tombe anonime.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.