A Susa nella cattedrale di San Giusto un concerto per il FAI della Valle di Susa Domenica 22 settembre alle ore 21

Susa, San GiustoSusa, San Giusto

SUSA – La Delegazione FAI della Valsusa organizza per domenica 22 settembre alle ore 21, nella cattedrale di San Giusto a Susa, il concerto del coro & orchestra “Musicanuova” di Vaie. La formazione, nata in Valle di Susa nel 1989 da un’idea del maestro Sergio Merini, è composta da circa 60 coristi e 30 strumentisti valsusini e torinesi. Il suo vasto repertorio comprende brani dei più importanti autori di musica classica, compositori contemporanei da Morricone, Frisina, Vangelis e un’ampia selezione di pezzi natalizi di ogni epoca.

NELLA CATTEDRALE DI SAN GIUSTO

Il concerto di domenica 22 settembre è finalizzato alla raccolta fondi da destinare al restauro del coro ligneo. Risalente al XIV secolo, della stessa cattedrale di San Giusto che lo ospita. La scelta da parte della Delegazione FAI della Valsusa di sostenere quest’opera di restauro si lega al ruolo che la cattedrale riveste per il territorio e la comunità non solo segusina ma dell’intera Valle, essendo sede della locale Diocesi. Inoltre, l’intervento vuole realizzarsi in vista della ricorrenza di un importante anniversario. I mille anni dalla fondazione come abbazia benedettina, avvenuta nel 1027 a opera di Olderico Manfredi II, marchese di Torino e di Susa.

Marilena Gally

IL CORO MUSICANUOVA

Per la Delegazione di Susa è importante lavorare per il recupero e la conservazione di un bene così significativo. Daremo quindi inizio con il concerto del 22 settembre ad una serie d’iniziative volte ad attirare l’attenzione sul progetto. Confidando nella condivisione dei cittadini e nella loro generosità“. Dichiara la Capo Delegazione Marilena Gally, che aggiunge. “I beni culturali del nostro Paese sono un patrimonio immenso e fondamentale sia da un punto di vista culturale che identitario e vanno salvaguardati da ciascuno con rispetto e, direi, con amore. Non è possibile pensare di demandare sempre ‘ad altri’ la loro cura.

Anche un nostro piccolo gesto può risultare fondamentale per la loro tutela e conservazione. Affinché restino a raccontare la nostra storia ultra millenaria a coloro che verranno dopo di noi. Non importa da quale parte del mondo arriveranno, dovranno conoscere il passato, le radici per poter vivere una buona integrazione e guardare al futuro con serenità e consapevolezza”. L’evento è possibile grazie alla disponibilità del coro e orchestra Musicanuova. Si esibirà a titolo gratuito, all’ASCOM di Susa, all’artista Anna Branciari che mette a disposizione alcune sue stampe.