Come andrà la Borsa oggi? Il mondo cripto in bilico di Centro Studi OOPS Tech

Borsa Oops Tech termometro

OOPS 1

MILANO – Come andrà la Borsa di oggi?

BORSA OGGI

BORSA ITALIANA (Milano)

BORSA AMERICA NORD (NYSE)

BORSA SVIZZERA (SIXì)

LA BORSA SETTIMANALE A CURA DEL CENTRO STUDI OOPS TECH

Per la giornata odierna, Martedì 15 Novembre 2022, ci aspettiamo una sessione con maggiore probabilità di scenario negativo. I Mercati nella sessione europea potrebbero muoversi in un trading range contrastato, con una maggiore probabilità di svilupparsi in senso negativo. Cosa si intende per:

  • Lateralità: quando il mercato si muove in territorio positivo e negativo senza una chiara direzione, ovvero quando domanda ed offerta si equiparano.
  • Lateral negativa: il movimento sarà orientato maggiormente in territorio negativo, ovvero avranno prevalenza i venditori.
  • Lateral positiva: il movimento sarà orientato maggiormente in territorio positivo, ovvero avranno prevalenza i compratori.
  • Positiva: il trend fino dall’apertura dei mercati è evidentemente a favore dei compratori.
  • Negativa: il trend fino dall’apertura dei mercati è evidentemente a favore dei venditori.

IL MONDO CRIPTO IN BILICO

Ma cos’è FTX e perché il suo crollo ha spaventato così ferocemente il mercato degli asset digitali? Si tratta di una piattaforma digitale fondata nel maggio del 2019 da Samuel Bankman-Fried: un cosiddetto exchange, dove è possibile comprare e vendere criptovalute. Assieme ai servizi di compravendita, gli exchange sono soliti offrire ai loro clienti dei wallet digitali, cioè il surrogato virtuale del portafoglio, nel quale l’utente può detenere e conservare le valute acquistate. In tal senso, l’exchange si profila come una sorta di banca, dove l’utenza può acquistare, mantenere e gestire i suoi asset.

I problemi nascono ad inizio novembre quando Coindesk, sito USA specializzato nelle criptovalute, pubblicava dei documenti sul bilancio di Alameda Research, società fondata anch’essa dal già citato Bankman-Fried. A differenza di FTX, Alameda Research si poneva sul mercato come una società di trading e non come rivenditore di criptovalute: offriva sostanzialmente servizi diversi. Il punto di contatto tra le due società coincideva con il bilancio finanziario di quest’ultima. Il rapporto citato da Coindesk mostrava infatti come il bilancio di Alameda fosse pieno di FTT, criptovaluta nativa di FTX. In soldoni, buona parte del bilancio di Alameda si fondava su un token generato dalla società sorella ed emesso (a piacimento) dalla stessa.

La rivelazione ha messo sul chi vive un altro colosso del settore, l’exchange cinese Binance. Quest’ultimo, il più grande rivenditore di criptovalute al mondo, deteneva abbondanti quantità della sopracitata criptomoneta FTT. Temendo che, nel prossimo futuro, FTX sarebbe risultata insolvente, Binance ha deciso di scaricare rapidamente gli FTT in suo possesso, scatenando il panico tra gli investitori. La mossa del gigante cinese infatti anticipa quella di svariate migliaia di clienti che, presi dalla paura, hanno inoltrato a FTX una pioggia di richieste per riavere indietro i propri fondi.

Alle prese con una crisi di liquidità senza precedenti, con un buco da otto miliardi di dollari e dopo svariati e vani tentativi di salvataggio da parte di altre piattaforme – tra le quali la stessa Binance, che successivamente ha ritrattato -, Bankman-Fried è stato così costretto a gettare la spugna e avviare, venerdì 11 novembre,  FTX al Chapter 11, la principale norma fallimentare dello United States Code degli Stati Uniti.

Adesso, bisogna essere lucidi e pensare…possibile che il più grande rivenditore di criptovalute al mondo non sapesse della provenienza della cripto moneta FTT? Che lo abbia scoperto casualmente leggendo un articolo su di un sito? Strano che un colosso Cinese del mondo cripto faccia fallire un colosso Americano? In realtà è strano come un colosso americano si sia potuto mettere nelle mani di un concorrente cinese senza intravedere la possibilità che il reale potere sul suo futuro fosse in mano del concorrente (Centro Studi OOPS Tech).

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.