Come andrà la Borsa oggi? Economia ancora forte

MILANO – Come andrà la Borsa oggi? Economia ancora forte.

BORSA OGGI

BORSA ITALIANA (Milano)

LA BORSA AMERICA NORD (NYSE)

BORSA SVIZZERA (SIXì)

LA BORSA SETTIMANALE A CURA DEL CENTRO STUDI OOPS TECH

Per la giornata odierna ci aspettiamo una sessione con tendenza laterale. Cosa si intende per:

  • Lateralità: quando il mercato si muove in territorio positivo e negativo senza una chiara direzione, ovvero quando domanda ed offerta si equiparano.
  • Lateral negativa: il movimento sarà orientato maggiormente in territorio negativo, ovvero avranno prevalenza i venditori.
  • Lateral positiva: il movimento sarà orientato maggiormente in territorio positivo, ovvero avranno prevalenza i compratori.
  • Positiva: il trend fino dall’apertura dei mercati è evidentemente a favore dei compratori.
  • Negativa: il trend fino dall’apertura dei mercati è evidentemente a favore dei venditori.

ECONOMIA ANCORA FORTE

I futures sulle azioni europee sono saliti dopo che la Federal Reserve ha segnalato di essere sulla buona strada per tagliare i tassi tre volte quest’anno. I titoli asiatici hanno seguito il rialzo di Wall Street; il dollaro è sceso; i rendimenti del Tesoro sono scesi; i futures sul petrolio e sull’oro sono saliti. Azioni: i futures azionari sono avanzati nelle prime ore di giovedì, seguendo i benchmark azionari statunitensi e asiatici in rialzo dopo che i funzionari della Federal Reserve hanno ampiamente sostenuto le loro prospettive di taglio dei tassi. Una stretta maggioranza di funzionari della Fed ha riaffermato la previsione di tagliare i tassi di interesse tre volte quest’anno, nonostante l’inflazione più solida del previsto negli ultimi mesi. “In parte è un sollievo che non ci sia un’interruzione“, ha detto Brad McMillan, chief investment officer di Commonwealth Financial Network. “La Fed convalida in qualche modo che l’economia è abbastanza forte da non richiedere tagli“. Oggi l’attenzione è rivolta alla Banca d’Inghilterra, che secondo le previsioni dovrebbe mantenere invariato il suo tasso di riferimento. La domanda è quanto velocemente possa iniziare a ridurre i tassi di interesse. Secondo Victoria Clarke, capo economista di Santander CIB, la BOE non può ancora dire di essere a posto con il suo compito di riportare l’inflazione verso l’obiettivo. Mentre l’inflazione dei servizi ad alta intensità di lavoro sta ampiamente seguendo le previsioni della BOE, i prossimi dati di aprile saranno un punto critico, con l’aumento del salario minimo vicino al 10% e molte aziende che hanno già annunciato i loro aumenti di stipendio legati al salario di sussistenza. La banca centrale potrebbe avere informazioni sufficienti per tagliare entro giugno, anche se un primo taglio dei tassi ad agosto sembra più prudente, ha aggiunto (Centro Studi OOPS Tech).

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.