Centro storico di Giaveno: zona pedonale sì o no? C’è dibattito sulle soluzioni possibili per aiutare le attività del centro storico

GIAVENO –  Centro storico di Giaveno: zona pedonale sì o no. La questione del centro storico e le difficoltà dei commercianti in questo periodo di crisi economica ha acceso il dibattito durante il Consiglio Comunale di venerdì 27 maggio. Varie e diverse sono le possibili soluzioni prospettate dai vari gruppi consiliari. Per agevolare ed incentivare le attività commerciali.  La discussione è scaturita dalla mozione presentata dal Consigliere Alessandro Cappuccio del gruppo “CambiAMO Giaveno”. Si è proposto di attribuire al Comune il rimborso del 100% delle tasse comunali per le nuove aperture nel centro storico alto. E il  50% sul resto della zona interessata. Per le attività già esistenti, una riduzione del 30%. La mozione è stata rigettata. Al riguardo il consigliere Giovale Alet del Movimento 5 Stelle di Giaveno afferma: “Sulla proposta di Cambiamo Giaveno sulle agevolazioni fiscali per i negozi del centro storico alto ci siamo astenuti”.

LE CRITICHE

Sulle varie ipotesi tra cui la zona pedonale nel centro di Giaveno commenta Alet. “Riteniamo che per incentivare il commercio in quest’area del paese bisogna portare avanti iniziative che attirino le persone. Solo così si può creare un circuito virtuoso. Per attirare anche nuovi esercizi commerciali. Purtroppo la mozione di Cappuccio era incompleta e discriminante. Un passo a favore della rivitalizzazione del centro storico, correlata da altre iniziative, potrebbe essere quello di un’isola pedonale che consenta ai cittadini di camminare tranquillamente. Stupisce quindi come il gruppo “Per Giaveno”richieda la revoca dell’ordinanza sul centro storico vietato alle auto. E addirittura di eliminare il divieto di sosta al suo interno. Le auto potranno parcheggiare ovunque, anche a ridosso delle vetrine, impedendo di fatto il passaggio dei pedoni come attestato da diverse foto. Paradossalmente i furgoni del mercato settimanale per quattro ore no, ma le vetture tutto il giorno si”.

IL PUNTO SULLA MOBILITA’ SOSTENIBILE

“La mobilità sostenibile è uno dei punti cardine del M5S e questa passa anche attraverso la creazione di isole pedonali” Rispetto a tali affermazioni giunge il commento del gruppo consiliare “Per Giaveno”, composto da Stefano Tizzani, Daniela Ruffino e Giovanni Mellano Garda. “Giovale Alet, ed i 5 Stelle giavenesi, nella fretta di correre per l’ennesima volta in aiuto della maggioranza di Giacone, forse non hanno avuto tempo di leggere e comprendere appieno la nostra mozione. La proposta di non rinnovare l’ordinanza di divieto temporaneo di transito e di sosta con rimozione forzata nel centro storico, dopo quasi un anno di sperimentazione, ci è stata richiesta da commercianti e residenti. Così come oggi formulata non funziona. Una pura strumentalizzazione dunque. Molto più semplicemente, riteniamo che, prima di pedonalizzare il centro storico con una decisione calata dall’alto, la Giunta debba presentare un progetto strategico di investimenti.In due anni l’amministrazione Giacone nulla ha fatto per il centro storico, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.”

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!