Castello di Rivoli: da Kabul l’artista afghano Rahraw Omarzad Insieme al professore la moglie e le figlie

alberghina

RIVOLI – Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea ha annunciato l’arrivo in Italia del professor Abdul Wasi Rahraw Omarzad, artista, curatore, scrittore e Professore alla Kabul University. Nonché la borsa di studio e residenza artistica assegnategli con l’intento di coinvolgerlo nelle attività espositive, di ricerca ed educative del Museo favorendo gli incontri con gli artisti e con la comunità intellettuale torinese e italiana. Il Castello di Rivoli ha lavorato attivamente con il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero della Cultura italiano in qualità di sponsor culturale affinché la famiglia Omarzad potesse arrivare in sicurezza nel nostro paese ottenendo asilo. Insieme al professor Omarzad giungono in Italia anche la moglie, l’artista Manizh Nasrullah Omarzad, le loro figlie Worangha e Yousra Omarzad e la sorella Maliha Salam.

CHI E’ OMARZAD?

Rahraw Omarzad è un artista che utilizza la fotografia e il video per ritrarre la società afghana. E’ stato il fondatore e caporedattore di Gahnama-e-Hunar, l’unica rivista d’arte nel paese, fondata nel 2000 assieme ai suoi studenti, nonché fondatore dello spazio non-profit CCAA Center for Contemporary Arts Afghanistan di Kabul nel 2004, l’unico centro per l’arte contemporanea nel paese con spazi espositivi, una scuola d’arte e una biblioteca d’arte. Omarzad si è inoltre fatto promotore nel 2006 di Women’s Center for the Arts, una scuola d’arte in cui si sono formate molte delle giovani donne artiste afghane note oggi nel mondo intero; in più ha intrattenuto numerosi rapporti culturali internazionali nel corso degli ultimi vent’anni ed è membro attivo di IKT International Association of Curators of Contemporary Art.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.

gesim - banner