Caselette, è festa per il 70° del Gruppo degli Alpini (FOTO) Banchieri: "La presenza degli alpini e sopratutto collaborazione"

CASELETTE – Il paese ha celebrato il 70° anno di fondazione del Gruppo Alpini con due giorni di celebrazioni che hanno coinvolto tutto il paese. Tutto è cominciato al Salone Magnetto con una serata informale tra il concertino del Corpo Musicale di Caselette con musica alpina riferita alla guerra 1915/1918, e la proiezione di un filmato sulla storia del gruppo caselettese, dagli arbori fino al cambio passo del 1976 con il terremoto del Friuli con oltre 40 anni di volontariato per sottolineare la vocazione alpina legata all’aiuto per il prossimo e votata al bene comune. Segno tangibile a Caselette ne è la Croce in cima al monte Musinè che tanti anni fa venne salvata proprio dall’intervento del gruppo Alpini.

Domenica l’ammassamento presso il Piazzale degli Alpini con l’alzabandiera, la posa corona al cippo degli Alpini, e la sfilata verso la chiesa parrocchiale con il corteo guidato della fanfara “Monte Nero” della sezione di Torino. Dopo la Santa Messa celebrata dal parroco don Francesco Pairetto la ricomposizione del corteo e la sfilata per le vie Alpignano e Castello fino al monumento dei Caduti, con la deposizione della corona.  Presenti il delegato della V° zona, Enzo Chiola, il tenente colonnello della Brigata Taurinenese Nicola Castelli e Guido Vercellino, presidente della sezione di Torino.

Al monumento dei Caduti ha preso la parola il capogruppo caselettese del Gruppo Alpini, Egidio Faure: “Un grande traguardo per tutto il Gruppo per il suo 70° anniversario di fondazione. Sono capogruppo dal 1974 e sono onorato, ma voglio ricordare tutti i miei predecessori. A cominciare dal primo capogruppo Giulio Peila che nel 1948 con alcuni reduci alpini dava vita al nuovo gruppo. Poi Giuseppe Menzio, Carlo Bertone, Paolo Cotterchio, Giuseppe Vota e Mario Vota. Grandi capigruppo che si sono succeduti fino al 1974, poi da tale data ad oggi alla guida del gruppo è sempre stato eletto il sottoscritto. E li voglio ricordare tutti con riconoscenza e stima perchè con il loro esempio ci hanno tramandato quei valori che rendono unici gli alpini: la solidarietà, la fratellanza e l’umanità. Noi che ne siamo gli eredi e i custodi ci auguriamo di continuare questo percorso, tutti insieme per lungo tempo, mantenendo quello spirito alpino che ci contraddistingue”.

Presente tutta l’amministrazione comunale tra l’alpino e vice sindaco Giorgio Motrassino e con il sindaco Pacifico Banchieri che ha sintetizzato: “A nome mio, dell’amministrazione e di tutti i cittadini i più sinceri auguri per questo 70° anniversario di costituzione del gruppo. Con la convinzione che la presenza degli alpini e sopratutto la collaborazione e la sinergia con loro prosegua a favore di tutti. Non posso che ringraziarli con tanta riconoscenza e amicizia”.