Caro bollette: nella filiera forestale sostenibile una soluzione per i comuni di montagna

TORINO – Il “caro bollette” delle ultime settimane prosciuga i bilanci dei comuni italiani. E la situazione è ancor più grave nei comuni montani, sia per i budget ridotti, sia per il clima rigido. Le compensazioni economiche a debito appaiono un palliativo tanto necessario quanto temporaneo. “Chiaramente la soluzione deve essere strutturale – evidenzia Marco Bussone, presidente nazionale UNCEM, l’Unione dei Comuni e degli Enti montani – E non può che passare per una transizione energetica rapida, sostanziale e sostenibile”. Tra i migliori strumenti a disposizione dei comuni di montagna per crearsi un futuro energetico rinnovabile e protetto da imprevedibili oscillazioni dei costi, vi sono senza dubbio gli impianti e le piccole reti di teleriscaldamento a biomasse legnose locali.

UN ESEMPIO

Come dimostra il caso di Pomaretto, un piccolo comune di 1000 abitanti nelle Alpi Cozie. “Abbiamo trasformato una preesistente rete di teleriscaldamento a metano alimentandola con legno locale” dice Giorgio Talachini della Coop. La Foresta, che ha realizzato l’intervento “A quattro anni dalla riconversione, abbiamo utilizzato sempre ed esclusivamente biomassa da alberi che crescevano a non più di 20km di distanza, impiegando in gran parte scarti di segheria e comunque solo assortimenti a cui non è possibile dare un impiego più durevole, secondo il principio di uso in cascata del legno”. La filiera e l’energia prodotta dall’impianto sono certificate PEFC, uno dei due principali standard di controllo della sostenibilità forestale, e forniscono introiti alla comunità locale per circa 75.000€ all’anno. Inoltre, la rete a fonti rinnovabili consente oggi di contenere i costi per gli utenti (il Comune, la scuola, l’ospedale e vari condomini): “È un contributo operativo al mantenimento dei servizi sul territorio di montagna contro il caro bollette. A gennaio 2022 abbiamo aggiornato la tariffa, applicando un incremento del 6%. A fronte del 50% del metano.” conclude Talachini.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.