Caprie: la Festa del 4 Novembre con l’appello di un comune senso di comunità Cerimonia in piazza con pochi partecipanti per l'emergenza Covid

CAPRIE – Si è svolta a Caprie la Festa del 4 Novembre. Al monumento cittadino si sono ricordate le vittime delle guerre, sia i soldati caduti al fronte sia l’alto prezzo pagato dalla popolazione civile. E’ stata anche l’occasione per ricordare l’impegno delle Forze Armate oggi impegnate in missioni di pace. Presenti una rappresentanza delle associazioni insieme al sindaco Gian Andrea Torasso. Tutti in piazza per la deposizione delle corone d’alloro. Durante la messa in suffragio dei caduti di tutte le guerre, il sindaco Gian Andrea Torasso ha voluto fare un appello non solo ad un rinnovato senso di Unità del Paese, ma anche di un comune senso di Comunità, e di sacrificio personale, che ci permetta di affrontare al meglio i disagi di questa emergenza.

IL IV NOVEMBRE

La Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che si festeggerà anche a Mattie,  è una giornata celebrativa nazionale italiana. Fu istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale. La festa è il 4 novembre, data dell’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti firmato il 3 novembre 1918. Fino al 1976, il 4 novembre è stato un giorno festivo. Dal 1977, in pieno clima di austerity, a causa della riforma del calendario delle festività nazionali introdotta nel marzo del 1977, la ricorrenza è stata resa “festa mobile”. Quindi  con le celebrazioni che hanno luogo, ancora oggi, alla prima domenica di novembre. Nelle piazze delle principali città italiane si tengono concerti delle bande militari. Così come vengono organizzate celebrazioni di fronte ai Monumenti ai Caduti che sono presenti nei Comuni italiani.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!