Borgone: l’attenzione dell’amministrazione ai tanti problemi delle scuole mai gestiti negli anni Diego Mele: "Stiamo gestendo al meglio situazioni mai affrontate"

BORGONE – Il sindaco di Borgone Diego Mele interviene su quesiti sulla gestione delle scuole in queste prime settimane. “Cosa stiamo trovando a gestire in merito al supporto alle nostre scuole ha davvero dell’incredibile. Da inizio anno scolastico, nel marasma e nella disorganizzazione più totale degli appalti e dei subappalti in ottica di trasporto pubblico non dipendente dal comune. Non siamo ancora riusciti a garantire o meglio, non siamo ancora riusciti a capire se sia garantito, il trasporto di tutti i nostri studenti, borgonesi e non, presso le nostre sedi scolastiche. Nonostante le nostre continue sollecitazioni, non abbiamo ancora una comunicazione ufficiale circa tutte le corse garantite e, spesso, le informazioni più utili le si è dovute reperire direttamente dagli autisti degli autobus“.

SULLE PALESTRE

Il primo cittadino spiega sulle palestre. “Con il cambio del vertice della dirigenza dell’Istituto Comprensivo, abbiamo appreso che il comune non avrebbe fornito alle scuole l’autorizzazione per l’utilizzo della palestra comunale e degli impianti sportivi. Cosa ovviamente non vera né veritiera. Intanto però, i nostri ragazzi continuano a svolgere le proprie lezioni di educazione motoria in classe, anziché recarsi presso le strutture sportive. È servito un incontro diretto con la nuova Dirigente per apprendere che occorrerebbe un “𝑑𝑜𝑐𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜”, che autorizzi le scuole e gli studenti ad accedere a tali strutture. A seguito di verifica nei nostri archivi, abbiamo appreso che tale documento non solo non è mai esisto, ma nessuno l’ha mai richiesto prima. Almeno da quando le nostre scuole sono in piedi. Pertanto, i nostri uffici, confrontandosi con i comuni limitrofi e gli altri Istituti Comprensivi, stanno producendo quanto dovuto, o perlomeno quanto si ritenga sia dovuto“.

scuola borgone

SULLA VIABILITÀ

Un’altra problematica è quella sull’incrocio da dover attraversare per giungere alla nostra palestra dalla Scuola Secondaria. L’incrocio che esiste, così com’è, da anni, prima di qualche anno a questa parte, non aveva generato alcun tipo di preoccupazione. Per i docenti e i dirigenti tale incrocio non è attraversabile senza costante supporto da parte di volontari esterni al plesso, volontari che, purtroppo, non è sempre possibile garantire essendo 12 gli attraversamenti delle classi. Spiega Mele. “Stiamo predisponendo un percorso alternativo per la scuola secondaria, che esuli il soprascritto incrocio con annessa segnaletica verticale e orizzontale. Inoltre, con la dirigenza dell’Istituto, stiamo verificando la possibilità che le classi della scuola secondaria possano iniziare e terminare la propria giornata scolastica direttamente presso il piazzale della Scuole Primaria, ove è presente la nostra palestra“.

SULLA MENSA

Un’altra problematica che attanaglia i plessi scolastici è l’assenza di una mensa scolastica. Questa a causa di mancanza di spazi idonei all’interno delle strutture pubbliche, non è mai stata realizzata e quindi non è presente nell’offerta formativa delle nostre scuole. Sono state però proposte negli anni, alla dirigenza dell’Istituto Comprensivo, valide alternative, tra cui il tempo prolungato che vada ad eliminare i pomeriggi o lo scodellamento delle pietanze presso le nostre classi, entrambi cassate senza possibilità di discussione. Dice su questo Mele. “Inoltre, da prendere nella dovuta considerazione, vi è la persistente normativa anti-covid, che riduce al minimo le nostre possibilità d’azione a causa degli spazi sempre più ridotti a causa del crescente distanziamento imposto tra gli studenti“.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.