Bardonecchia protagonista dell’Interreg Spazio Alpino BeyondSnow

nicola bosticco

BARDONECCHIA – Bardonecchia protagonista dell’Interreg Spazio Alpino BeyondSnow.

BARDONECCHIA TRA TURISMO E MOBILITÀ SOSTENIBILE

Proseguono gli appuntamenti e le iniziative nell’ambito del progetto Interreg Spazio Alpino “BeyondSnow”, che ha l’obiettivo di incrementare la resilienza delle stazioni sciistiche all’incremento delle temperature medie e alla diminuzione delle precipitazioni nevose. Al Centro Studi Sereno Regis di via Garibaldi 13 a Torino si è svolto un focus group aperto al pubblico sul tema “Turismo e mobilità sostenibile”. Ad introdurre i lavori è stato Francesco Pastorelli, direttore per l’Italia della CIPRA, la Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi. A seguire la relazione di Anna Donati, portavoce dell’Alleanza per la Mobilità Dolce, l’intervento del Presidente dell’Uncem Piemonte sul tema “Strade di montagna: fruizione dolce o libera circolazione?” e una tavola rotonda a cui parteciperanno rappresentanti di Legambiente (la responsabile nazionale per le tematiche legate alle Alpi, Vanda Bonardo, la presidente regionale per il Piemonte e Valle d’Aosta, Alice De Marco), amministratori e dirigenti di Comuni montani e della Città metropolitana di Torino, imprenditori del settore turistico come Nicola Bosticco della Colomion spa di Bardonecchia.

AL CENTRO STUDI SERENO REGIS NELL’AMBITO DEL PROGETTO BEYONDSNOW

Nel corso del focus group la Città metropolitana di Torino ha dato conto di quanto emerso nel territorio-pilota dei Comuni di Balme e Ala di Stura, scelti nell’ambito del progetto BeyondSnow per la sperimentazione della metodologia della “Sensitive Diagnosis” che si è conclusa nel mese di aprile. La “Sensitive Diagnosis” è un processo partecipato attraverso il quale si coinvolgono gli attori del territorio nella valutazione dei mutamenti climatici in atto, delle ricadute sul turismo, sulle risorse naturali e sull’economia in generale. L’obiettivo è quello di disegnare strategie per sostenere la transizione a partire dalle risorse ambientali, culturali e socio-economiche disponibili o “innescabili”. Alcuni soggetti portatori di interessi diffusi ed esponenti di categorie economiche sono stati intervistati individualmente rispetto ai temi ecologici, al processo di adattamento al cambiamento climatico, alla sostenibilità e resilienza del contesto, alle opportunità future, ai livelli di cooperazione nella destinazione turistica, alle azioni da intraprendere.

NOTIZIE DELLA VALSUSA, VAL SANGONE E CINTURA DI TORINO

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.