Bardonecchia: il Traforo del Frejus nella relazione di Mauro Minola Progetto all’avanguardia europea

(ph Spagnolo)

BARDONECCHIA – Il professor Mauro Minola, ricercatore storico e conferenziere giavenese, autore di diversi libri sulla storia del Piemonte, di Casa Savoia e delle ferrovie, sabato 5 febbraio, ha tenuto nella sala Giolitti del Palazzo delle Feste la conferenza su “Il Traforo del Frejus e Bardonecchia in guerra 1940-1945”, quarto appuntamento dei festeggiamenti organizzati dal Comune di Bardonecchia per celebrare i 150 anni dell’apertura al traffico del Traforo ferroviario del Frejus, avvenuta il 17 settembre del 1871. Il relatore, introdotto e ben supportato da Edoardo Tripodi, storico della Federazione Italiana Modellismo Ferroviario, avvalendosi di numerose immagini e disegni, ha illustrato un tratto di storia della cittadina dal 1871 ai giorni nostri, con particolare riferimento agli eventi immediatamente precedenti e durante il secondo conflitto mondiale sino alla conferenza di Parigi del 1947, che portarono alla cessione territoriale della Valle Stretta.

LA BATTAGLIA DELLE ALPI CONFERENZA DI MAURO MINOLA

Minola ha sottolineato che il Traforo, opera d’arte, nonché progetto all’avanguardia europea, assunse durante la Seconda Guerra mondiale particolare rilevanza, essendo facile porta d’accesso, anche in ambito strategico militare al punto da essere teatro di reciproche fortificazioni a difesa delle due entrate, sino all’interruzione durante il conflitto al transito internazionale sul lato italiano e su quello francese riattivato solo il 15 agosto 1946. La conferenza ha catturato l’attenzione del folto e particolarmente interessato pubblico che al termine della relazione ha subissato il conferenziere di numerose domande alle quali Minola ha puntualmente risposto, complimentato anche dal sindaco Chiara Rossetti. E’ in via di definizione la data e l’oggetto specifico della prossima conferenza, sempre a tema apertura del Traforo del Frejus, calendario che originariamente preveda appuntamenti mensili sino all’agosto 2022, divenuto di non facile definizione anche a causa delle norme volte a contenere la diffusione della pandemia Covid-19 e delle sue variabili.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Segui e metti mi piace al canale YouTube L’Agenda News.