Avigliana: sale la protesta della frazioni Malano e Grangia per i rumori dell’autostrada Dopo i controlli i cittadini chiedono risposte all'amministrazione

AVIGLIANA – Ad Avigliana sale la protesta della frazioni Malano e Grangia per i rumori dell’Autostrada. Le proteste contro il rumore causato dal passaggio di mezzi è una vicende lunga e complessa. Fino a qualche anno fa tutto sembrava nella norma, tra l’A32 e le case delle frazioni, come una barriera, c’era la fitta vegetazione. Poi lungo la dorsale sono stai fatti lavori per le tubature del gas ed altro, e gli alberi sono stati abbattuti.

Da quel momento anche a Malano così come a Grangia sono cominciati i disagi per gli aviglianesi che vivono nella due frazioni oltre Dora. Dal disagio è nata la volontà di chiedere al Comune un intervento riparatore. Qui è cominciato un lungo balletto di riunioni e lettere che ha portato, di fatto, a non trovare una soluzione. E’ stata fatta anche una raccolta firme, quasi cento, che ha coinvolto tutte le famiglie della zona. Per riassumere la vicenda bisogna partire dal quel documento presentato all’amministrazione.

UNA LUNGA VICENDA

Molti passi sono stati fatti. Intanto il Comune, ha chiamato in causa la proprietà. La Sitaf, che gestisce l’Autostrada e il Traforo del Frejus, si è attivata. Ha prodotto un documento di analisi dell’impatto del rumore. Uno studio ben fatto, racchiuso in un dossier che non è stato consegnato ai cittadini, che non evidenzia il superamento delle soglie prescritte. Anche l’Arpa è intervenuta sul posto anche se solo parzialmente. Sono stati sistemati i sensori e provate le soglie del rumore in una sola area. Anche in questo caso lo studio non ha evidenziato anomalie. Insomma mentre la legge è contro gli abitanti il rumore continua. La Sitaf, in una riunione pubblica, ha poi dichiarato al Comitato spontaneo, presente l’amministrazione, che nel corso dei prossimi anni ci saranno degli interventi.

TRAFFICO IN AUMENTO CON LA CHIUSURA DEL BIANCO

Si tratta di barriere antirumore e dell’asfalto di nuova concezione. Le prime saranno sistemate solo in alcuni tratti della sponda che guarda a Gragia. I tempi? Nel prossimo piano quinquennale d’interventi verrà rivalutata la situazione di Malano. Sull’asfalto è previsto un lavoro entro la fine del 2021. Cosa inquieta i cittadini di Avigliana è che il disagio già presente raddoppierà con la chiusura per lavoro del Traforo del Monte Bianco. Saranno anni di doppio passaggio del traffico e quindi di più rumore.

IL COMITATO

Cosa chiedono dal Comitato? “Oltre i dati delle misurazioni, oltre i rilievi che non contestiamo chiediamo di potere vivere in queste frazioni di Avigliana. Il sindaco deve intervenire per noi con la concessionaria. Non si può aspettare oltre è una sua responsabilità, oltre le misurazioni, oltre i propositi annunciati. Ad oggi rileviamo che queste frazioni di Avigliana sono state abbandonate al loro destino, con il traffico autostradale che tra poco raddoppierà. Cosa risponde il sindaco?”.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti subito alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!