Avigliana: concerto ” 1842-1918 Omaggio ad Arrigo Boito” nel centesimo anniversario della morte Domenica 20 maggio alle ore 16 presso la chiesa di Santa Maria Maggiore

AVIGLIANA – Domenica 20 maggio alle ore 16,00 presso la chiesa di Santa Maria Maggiore in borgo vecchio per la stagione di concerti 2018 di “Avigliana … insieme”, il Centro Culturale Vita e Pace di Avigliana organizza il concerto ” 1842-1918 Omaggio ad Arrigo Boito” nel centesimo anniversario della morte.

Si celebrano quest’anno i cento anni dalla morte di Arrigo Boito, musicista e librettista, genio della musica e della letteratura, personaggio fondamentale del melodramma dell’ottocento. Tra le tante attività poetiche, Arrigo Boito, scrisse i bellissimi testi delle opere di Giuseppe Verdi. Le celebrazioni di anniversari che cadono in questo 2018 , Rossini, Debussy e altri ne offuscano la rimembranza. L’associazione Vita e Pace vuole invece dedicare un sentito omaggio a questo importante personaggio della cultura musicale internazionale.

Gli interpreti sono: un librettista dei nostri tempi, Gabriele Cresta, la voce narrante, incontra un tenore dei tempi nostri, Carlo Amedeo Folco, ne nasce un sodalizio fatto di amore per il melodramma. Al pianoforte Michela Varda.

Gabriele Cresta

Nasce a Torino nel 1989. Dopo aver conseguito a pieni voti la maturità scientifica, nel 2015 si laurea in Matematica presso l’Università di Torino. Autore di libretti e di molte poesie, melomane appassionato ed esperto tra i maggiori di Arrigo Boito, è uno dei massimi collezionisti di libretti d’Opera dal XVII secolo ad oggi. Dal 2009 al 2015 ha tenuto numerose conferenze ed ha scritto diversi libretti d’Opera, tra i quali spiccano “Anita”, “Amica Luna” e la cantata lirica “Andronalachiomachia”, tutti per la musica di Eugenio Cotardo. Nel 2017 inizia l’importante collaborazione con il compositore Marco Emanuele dalla quale nascerà l’opera “Ghismonda e Tancredi, ovvero Amore e Fortuna”, di prossima esecuzione.

Carlo Amedeo Folco

Nasce a Torino nel 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, nel 2014 si diploma in Canto presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. Nel 2015 e 2017 ha frequentato corsi di Perfezionamento. Ha tenuto molti concerti, tra i quali spiccano quello su brani di Ralph Vaugan Williams (Torino, 2014) e la “Maratona Mozart nacht und tag” (Torino, Gennaio 2016) ed un concerto monografico commemorativo del centenario della scomparsa di Francesco Paolo Tosti (Torino, 2016). Ha eseguito in scena, ricoprendo ruoli da protagonista, molte opere: dalle più celebri (Macbeth, Cavalleria Rusticana, Tosca e Turandot) alle più rare (Happy End, di B. Brecht, e La Princesse Jaune, di C. Saint-Sans).

Michela Varda

Nata a Cuorgnè si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino e successivamente in Musica Corale e Direzione di Coro. Vincitrice di concorsi nazionali e internazionali ha partecipato a registrazioni televisive per Canale 5, Rai 1 e altre emittenti televisive locali del Piemonte e della Lombardia. Suona sia come solista che in varie formazioni da camera per importanti associazioni Ha partecipato a progetti che l’hanno portata ad esibirsi in numerose città europee quali Spoleto, Lione, L’Aja e Londra in qualità di membro dell’Orchestra Europea del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Ha lavorato in qualità di pianista intrattenitore su navi della Costa Crociere e hotels in Italia e all’estero. Ha collaborato con il Teatro Stabile di Torino. E’ inoltre maestro collaboratore per corsi tenuti da importanti maestri di canto. Dal 2012 collabora con l’Orchestra Sinfonica Giovanile di Ivrea con la quale si è esibita in un concerto al Teatro Regio di Torino e in altri teatri piemontesi. Nel febbraio 2015 ha collaborato con il Teatro Nuovo di Torino per la realizzazione dell’opera “La figlia del reggimento di Donizetti”.

L’ingresso è libero. Al termine del concerto sarà offerto un rinfresco.