Augusto Abegg, il banchiere svizzero che fondò la manifattura di Borgone Con il senatore Giovanni Agnelli e altri imprenditori fu promotore nel 1906 della Lega industriale di Torino

BORGONE – Augusto Abegg nacque a Zurigo nel 1861. Suo padre era un banchiere ed industriale tessile svizzero. Un’eminente figura della Banca Commerciale Italiana, frequentò gli studi a Zurigo e poi a Ginevra, trasferendosi appena diciottenne a Torino, all’epoca sede di numerosi imprenditori elvetici. Nel 1880 fondò a Borgone Susa, insieme al connazionale svizzero Emilio Wild l’azienda tessile Wild & Abegg. Per seguire al meglio lo sviluppo dello stabilimento, Augusto Abegg ed Emilio Wild si stabilirono a Borgone, in una villa adiacente allo stabilimento. Il cotonificio si sviluppò in fretta, aprendo altri stabilimenti a Bussoleno (1886) e nella stessa Torino (1893), nel popolare quartiere San Donato. Nel giro di pochi anni, il cotonificio Wild & Abegg, che si era intanto specializzato nella produzione di filati sempre più fini, era il più importante del Piemonte insieme a quello di Napoleone Leumann, anch’egli svizzero, ed uno dei più importanti d’Italia.

IL COTONE A BORGONE

Nel 1889 Augusto Abegg sposò la zurighese Anna Rüegg. Con Wild, il senatore Giovanni Agnelli e altri imprenditori fu promotore nel 1906 della Lega industriale di Torino. Nel 1906 i soci Wild e Abegg fondano la società anonima Cotonificio Vallesusa. Nel 1913 Wild cedette ad Abegg l’intero pacchetto azionario. Il suo posto in azienda fu rilevato da Carl Abegg (1860-1943), fratello maggiore di Augusto, che dopo un’iniziale formazione in Italia, aveva lavorato in Estremo Oriente ed in America. Poiché però egli dirigeva una filatura in Russia (da lui fondata nel 1894), le redini del comando rimasero saldamente nelle mani di Augusto. Durante la prima guerra mondiale i fratelli Abegg acquistarono anche una filatura a Pianezza, una a Susa ed aprirono un nuovo stabilimento a Perosa Argentina. Presidente sino alla morte del Cotonificio Vallesusa, non rinunciò mai alla nazionalità svizzera. Augusto Abegg morì improvvisamente a Torino il 2 novembre 1924.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!