Alla Sacra di San Michele, due concerti in web. Un’esperienza da ripetere Don Papa: "L'anno 2020 rappresenta per noi rosminiani e per tutti gli operatori impegnati alla Sacra un periodo molto complesso"

Sacra di San Michele

finder famar

S. AMBROGIO – Con l’arrivo di gennaio è tempo di bilanci alla Sacra di San Michele. Con il 2020 si è chiuso un anno davvero difficile all’Abbazia sul Pirchiriano. L’apertura a causa dell’emergenza Coronavirus è stata frammentaria e la Sacra, di fatto, è stata aperta a pellegrini e turisti per poche settimane. Una situazione mai vissuta negli ultimi anni che ha compromesso la normale gestione del bene e la programmazione abituale oltre che delle visite, degli appuntamenti culturali e musicali che rappresentano uno dei caratteri e delle peculiarità della Sacra.

IL RETTORE

Traccia un consuntivo il rettore don Claudio Papa. “L’anno 2020 rappresenta per noi rosminiani e per tutti gli operatori impegnati alla Sacra un periodo molto complesso. È nella memoria la presenza dell’arcivescovo di Torino-Susa Cesare Nosiglia per le celebrazioni di San Michele Arcangelo. Un giorno importante per tutta la comunità ecclesiale e laica legata alla Sacra. Poi si sono comunque portati avanti i lavori di gestione ordinaria e quelli straordinari dovuti all’incendio della manica sud. Abbiamo avviato e concluso i corsi di aggiornamento del personale e messo in atto le buone pratiche dell’amministrazione corrente. Il tutto in prospettiva per quella ci auguriamo una imminente apertura“.

SUL NATALE

Nonostante la chiusura la Sacra ha comunque trovato l’opportunità per aprirsi con un messaggio di pace e speranza in occasione del Natale. Due sono stati i concerti web dedicati alla Sacra di San Michele che hanno trovato diffusione grazie ad internet e ai canali social. Il primo è un regalo con canzoni e brani inediti che un gruppo numerosi di musicisti e cantanti ha regalato all’Abbazia. Si tratta di un collage organizzato dal collettivo Borgatta’s Factory, che è stato visto da più di 5 mila utenti in poche settimane. Si sono alternati artisti come tra gli altri, Carlo Bellotti, Marco Bonino, Silvano Borgatta, Michele Bornengo solo per citarne alcuni. Poi in un altro video, per la regia  e la fotografica di Duilio Fiorille e la sceneggiatura di Diego Mingolla, il tenore Fulvio Oberto e il baritono Emilio Marcucci che sono stati accompagnati al pianoforte da Diego Mingolla. Un’esperienza video che potrebbe avere un’ulteriore puntata magari con il Coro Polifonico della Sacra del maestro Enrico Euron.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!