Al Raduno di Susa attesi 25 mila Alpini, il percorso della sfilata Domenica 11 settembre la "valanga" verde invaderà la valle

SUSA – E’ stato stabilito dalla Commissione organizzativa della Sezione ANA Valsusa, in accordo con le Forze dell’Ordine, il percorso dello sfilamento del Raduno del 1° Raggruppamento composto dalla Sezioni di Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Francia che si svolgerà il prossimo 11 settembre a Susa. La zona dell’ammassamento sarà nell’area ex Assa dove i pulman lasceranno le persone per poi trovare posteggio presso la piazza del mercato di Bussoleno. Da Corso Stati Uniti, Via Montello e Piazza della Repubblica partirà la sfilata. In Corso Stati Uniti, davanti all’ospedale a fianco del Monumento ai Caduti, saranno presenti le bandiere ufficiali.

Il percorso proseguirà in Via Mazzini, Corso Trieste, Piazza Savoia, Piazza San Giusto, Via Martiri della Libertà, Via Palazzo di Città, Piazza IV Novembre (dove saranno ubicati i palchi delle autorità), Lungo Dora Augusto Abegg, Via Sei Martiri, Via Fratelli Vallero per terminare con lo scioglimento nella zona ex Assa. Lungo il percorso ci saranno limitazioni con passaggi obbligati al pubblico. In tutta la zona interessata dalla sfilata ci sarà fin dal sabato 10 settembre divieto di sosta e di transito da domenica 11.

LA STORIA

La Sezione ANA Val Susa, dopo i necessari approcci effettuati dai promotori, in gran maggioranza reduci dalla Prima guerra mondiale 1915-1918, fu costituita a Susa nel 1922. Fu eletto presidente il maggiore Mario Girotti. Comandante del battaglione Susa del quale dobbiamo sottolineare la splendida carriera che lo portò nella Seconda guerra mondiale 1940-1945. Dopo il trasferimento da Susa gli successe come presidente il capitano Ettore Miglia. Nel 1929 venne eletto presidente il generale di Federico Ferretti. Chiamato entusiasticamente da tutti gli alpini “Papà Ferretti”. Resse la sezione fino alla sua morte, avvenuta nel novembre 1945. Dopo la stasi del periodo bellico e post-bellico, fino al 1952 non fu eletto nessun Presidente. La Sezione venne guidata da tutto il Consiglio direttivo. Nel 1953 fu eletto presidente il colonnello Felice Prat, che restò in carica fino al suo decesso avvenuto nel 1957.

DOPO LA GUERRA

Assunse temporaneamente la carica di presidente l’alpino Edoardo Bertolo. Resse la sezione sino alla successiva assemblea tenuta nel 1958 quando venne eletto presidente il maggiore Franco Badò. Sempre riconfermato in tutte le successive elezioni per ben 36 anni, cioè dal 1958 al 1994. A seguito delle elezioni del Consiglio direttivo sezionale nel febbraio 1994, venne eletto presidente il sottotenente Riccardo Chiosso. Fu confermato anche nella successiva elezione del febbraio 1997. Nelle elezioni del febbraio 2000, il presidente Chiosso dichiarò, dopo sei anni di presidenza. Gli successe pertanto quale presidente il sottotenente ragioniere Paolo Giuliano, da oltre 15 anni capogruppo di Chiomonte e da 12 anni componente del Consiglio direttivo della Sezione. Mantenne la carica fino alla sua morte avvenuta nel novembre 2005.

OGGI

Nel febbraio 2006, viene eletto presidente il sergente ragioniere Giancarlo Sosello, già vicepresidente vicario, capogruppo di Bussoleno e revisore nazionale dei conti. Nel settembre 2016 viene ospitato il 19° raduno del 1° raggruppamento Nel febbraio 2017 viene eletto presidente l’alpino Paolo Parisio, già coordinatore sezionale della Protezione Civile. Poi nuovamente Sosello.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Alpini Susa. Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!