Al Liceo Norberto Rosa di Susa la visita del vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo

Liceo Rosa Susa

SUSA – Al Liceo Norberto Rosa di Susa la visita del vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo (Città metropolitana di Torino).

AL LICEO NORBERTO ROSA DI SUSA LA VISITA DEL VICESINDACO METROPOLITANO JACOPO SUPPO

È cominciata stamani dal Liceo Norberto Rosa del Comune di Susa una serie di sopralluoghi che il vicesindaco metropolitano con delega ai lavori pubblici, Jacopo Suppo, dedica alle tematiche della manutenzione e del riscaldamento degli istituti scolastici superiori di competenza della Città metropolitana di Torino. Il vicesindaco Suppo e il dirigente Claudio Schiari, hanno spiegato alla dirigente scolastica e ai rappresentanti degli studenti delle sedi di Susa e di Bussoleno del Liceo Rosa che è in corso la progettazione di interventi di prevenzione antisismica. Tali interventi comporteranno anche la sostituzione degli infissi di alcune classi, con ricadute positive sul comfort termico dei locali.

L’IMPEGNO NELLE SCUOLE SUPERIORI TRA MANUTENZIONI E APPALTO CALORE

Siamo disponibilissimi ad ascoltare tutte le rimostranze che giungono dalle nostre scuole, e siamo dispiaciuti per i disagi che derivano da alcune problematiche sugli impianti di riscaldamento. Continuiamo ogni giorno a lavorare per risolvere le urgenze in maniera puntuale e risoluta“. Il vicesindaco della Città metropolitana di Torino Jacopo Suppo interviene sulle situazioni di aule al freddo nelle scuole superiori del territorio metropolitano. “Abbiamo letto sui mezzi di comunicazione di 500 proteste; poiché la popolazione scolastica di Città metropolitana è di 98mila alunni, se ragionassimo aritmeticamente vorrebbe dire una percentuale di 0,5; tuttavia, visto che non ragioniamo per numeri, ma per persone, ci adoperiamo per risolvere tutti i problemi che ci sono stati segnalati” aggiunge Suppo.

“Vorrei chiarire che non c’è nessuna emergenza freddo: ci sono, come accade ogni anno, una serie di problemi puntuali che devono essere affrontati o che sono già in corso di risoluzione, e che vedono Città metropolitana sempre impegnata, non solo nella stagione invernale, per la gestione di 160 edifici scolastici” prosegue il Vicesindaco metropolitano, annunciando che ha cominciato una serie di sopralluoghi per confrontarsi sui problemi con i dirigenti scolastici e gli studenti.

LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

La gestione degli impianti di riscaldamento e della manutenzione nei 160 istituti d’istruzione superiore della Città metropolitana di Torino è un’attività istituzionale che il nostro Ente da sempre porta avanti con una presenza quotidiana e continuativa. Abbiamo strumenti di controllo che ci consentono di monitorare in tempo reale tutte le segnalazioni che ci giungono dai dirigenti scolastici e di intervenire nel più breve tempo possibile tramite i nostri tecnici e la ditta Getec, a cui è affidato dal 2016 e fino al 2027 il cosiddetto appalto calore, cioè la gestione diretta degli impianti di riscaldamento di tutte le nostre scuole. Nei giorni scorsi le segnalazioni ricevute dalle scuole non sono state superiori al dato fisiologico, e a tutte abbiamo prontamente dato risposta” precisa Suppo, “come nel caso del liceo artistico Faccio di Castellamonte o della succursale del liceo Buniva di Pinerolo. In qualche caso, il problema riguardava due aule su 60 come al liceo Alfieri di Torino, o c’era la palestra al freddo, come al Natta di Rivoli, perché qualcuno aveva spento il riscaldamento per non sentire il rumore delle ventole dell’impianto”.

LE CIFRE

Il vicesindaco Suppo illustra le cifre dell’appalto calore che la Città metropolitana ha stipulato con Getec:  si tratta di 13 milioni all’anno, a cui si  sono aggiunti altri  11 milioni di euro investiti negli ultimi due anni per sostituire tutte centrali termiche. “Scontiamo il problema di un parco scuole ampio e vetusto, che stiamo cercando di rinnovare compiendo investimenti importanti. Ne cito due: a Collegno investiamo 5 milioni e mezzo per ristrutturare Villa 6 nel parco della Certosa e ampliare gli spazi del liceo Curie. Ad Avigliana partiranno a gennaio i lavori per la nuova succursale del Galilei, con un investimento di 4 milioni di euro che si affiancano al milione e mezzo speso recentemente per l’efficientamento antisismico della sede centrale”.

L’AGENDA, TUTTE LE NOTIZIE! COME?

Visita il sito internet. Iscriviti alla pagina Facebook, clicca “Mi Piace” e non perderti più nemmeno una notizia! Segui L’Agenda su InstagramTwitter e YouTube.