Crea sito

A Villar Focchiardo nella baita degli Alpini la storia dello Chaberton Giovedì 2 maggio alle ore 21 nella sede del Gruppo Alpini

VILLAR FOCCHIARDO – Giovedì 2 maggio alle ore 21, a Villar Focchiardo ospiti del locale Gruppo Alpini guidato dal Capogruppo Massimo Alovisi, i soci Mauro Minola, Ottavio Zetta , Fabrizio Coniglio e Davide Corona intratterranno i presenti attraverso l’illustrazione degli aspetti storici e tecnici inerenti la nascita e l’evoluzione tecnica del Forte Chaberton alla luce della storia e dello sviluppo, nel tempo, dell’arte fortificatoria alpina e dei parallelismi con altre opere corazzate dislocate lungo l’arco alpino. Nel particolare, gli argomenti riguarderanno l’organizzazione, la costruzione ed il dispiegamento delle batterie di epoca triplicista (fine XIX secolo), l’evoluzione progettuale e tecnica delle stesse che portarono, successivamente, all’abbandono di quelle denominate a “barbetta” per la realizzazione di quelle corazzate e l’illustrazione di un opera tipo, ancora tutt’oggi intatta e musealizzata, riguardante il forte di Montecchio Nord, “Aldo Lusardi”, presso Colico.

LA GUARDIA ALLA FRONTIERA

In ultimo, si parlerà dei reparti militari deputati al presidio della batteria in tempo di pace e di guerra tratti dal Corpo degli Alpini, prima, e della Guardia alla Frontiera, poi. L’incontro, fortemente voluto dal Gruppo Alpini di Villar Focchiardo, ed insieme ad esso organizzato, verrà salutato dal Presidente del Sodalizio Emanuele Mugnaini alla presenza di alcuni rappresentanti dell’amministrazione civica e della locale scuola primaria. Come di consueto, verranno esposti e mostrati alcuni reperti storici in possesso all’associazione insieme a modellini, realizzati dai soci, raffiguranti opere militari del “Vallo Alpino” .