Villar Focchiardo: il doppio omicidio del 1910 nel racconto di Franco Versino di MARIO RAIMONDO

VILLAR FOCCHIARDO – La storia fu, come dire, assolutamente scabrosa. Sconvolse la comunità del tempo e rimase nella memoria oltre quell’epoca, tant’è che anche i miei nonni – quand’ero infante – molte volte volte ne parlavano ancora, anche se poi io me ne ero dimenticato. A riportarla alla luce ci ha pensato Franco Versino, che per i tipi del Graffio con il bel libro “Il colore pervinca”. Ripercorre ciò che accadde in quell’ormai lontano 1910. Villar Focchiardo primo decennio del 1900. Il vento della Bella Epoque che sferza il bel mondo dell’elites europee da noi è molto meno che una leggerissima brezza. S’intravvede qualcosa di un divenire forse speranzoso, ma la vita è molto dura: il pane quatidiano davvero ha “set crouste ed un crustun” e non solo quello “souta padroun”. Eppure gli uomini, nel senso di humanum genus, sono quelli di sempre, di ogni tempo e di ogni latitudine.

DOPPIO OMICIDIO

Sentimenti come l’odio, l’amore, la pietà, la gelosia, sono nel DNA di tutti e di sempre. Anche di, in chi quella maledetta sera del 13 novembre 1910, in preda a quei tumulti bui dell’anima su cui può discenere solo Dio, si macchiò di un duplice omicidio. Una storia incredibile che la penna Franco Versino con tratti magnifici ha riportato alla luce nel suo ultimo libro. Un libro che non è solo la storia di un evento, una mera cronaca. Anche l’esplorazione, il racconto di quell’epoca ormai lontana e, al contempo, un viaggio nell’animo del protagonista. Il grande merito dell’autore è di aver aver usato la penna per “dipingere” un’acquerello che riproduce davvero uno spaccato dell’epoca. Che riesce a trascinarti su è giù per i luoghi tipici del Villar Focchiardo. Sino ad intravvedere, quasi fossero ancora qui, i protagonisti di questa storia. Una storia di ieri che Versino ha ripescato da sotto la polvere dell’oblio e che davvero vale la pena di conservare sugli scaffali della biblioteca.

Il colore pervinca. Storia di un pluriomicida,  Franco Versino, Edizioni del Graffio, 2020.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti alla nostra pagina Facebook L’Agenda News: clicca “Mi Piace” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!